LIBIA

 
 
 

Libia: dialogo minacciato dalle divergenze sulle posizioni di governo

Tripoli, 01 dic 2020 09:10 - (Agenzia Nova) - I disaccordi tra le parti del conflitto libico e la competizione geografica e tribale per le posizioni sovrane e di leadership in Libia minacciano ancora di disperdere gli sforzi internazionali per risolvere la crisi. Il dissenso sorto tra i partecipanti al Foro di dialogo politico in Tunisia due settimane fa, sui meccanismi di selezione dei candidati per occupare le più alte cariche nella nuova autorità esecutiva, si è spostato a Tangeri, in Marocco, dove le delegazioni della Camera dei rappresentanti di Tobruk e dell’Alto Consiglio di Stato di Tripoli si sono incontrate per la quarta volta per discutere il dossier delle sette posizione sovrane, la loro distribuzione geografica e la scelta dei nomi che li accompagneranno, nel tentativo di ristrutturare e unificare le istituzioni sovrane. In questo contesto, una fonte parlamentare ha spiegato all’emittente televisiva satellitare panaraba "Al Arabiya" che i risultati delle consultazioni della prima giornata, che hanno riunito 26 membri della Camera dei rappresentanti e del Consiglio di Stato, si sono concentrate sull'unificazione delle istituzioni sovrane e si sono concluse senza intese e senza consenso sul dossier dei meccanismi di distribuzione delle posizioni sovrane alle tre regioni, esprimendo la sua speranza di superarlo in una riunione che si terrà oggi, martedì primo dicembre. Le sette posizioni cui si fa riferimento riguardano la Banca centrale della Libia; l'Ufficio di revisione; l'Autorità di controllo amministrativo; l'Autorità per la lotta alla corruzione; l'Alta commissione elettorale nazionale; la Corte suprema; il Procuratore generale. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE