LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Libia: General ELectricity Company, blackout nella rete centrale e meridionale (2)

Tripoli, 19 set 2020 12:45 - (Agenzia Nova) - Il 9 settembre, l'Autorità generale per l'energia elettrica e le energie rinnovabili del governo “ad interim” della Libia orientale, non riconosciuto dalla Comunità internazionale, ha annunciato che l'Egitto potrebbe aiutare la Libia a sopperire alla grave carenza di elettricità che attanaglia l’intera ex Jamahiriya di Muammar Gheddafi. L'autorità ha infatti intavolato dei colloqui con le autorità egiziane incentrata appunto sulla cooperazione nel campo della rete elettrica. Un incontro al Cairo si è tenuto per colloqui sulla possibilità che l’Egitto aumenti le forniture di elettricità alla Libia, soprattutto il prossimo inverno, con l’intento di colmare il deficit libico. Le parti hanno altresì parlato della manutenzione delle linee di collegamento libico-egiziane, un dossier ritenuto prioritario per garantire le forniture elettriche. La Libia produce circa 4.250 megawatt di elettricità, ma consuma 6.750 megawatt e quindi vi è un deficit di generazione di circa 2.500 megawatt durante la stagione estiva, quando si verifica il picco della domanda. La rete elettrica libica è al collasso e lo testimoniano i frequenti black-out nelle regioni centrali, occidentali e meridionali della Libia. Dal 2011 la Libia soffre di un grave deficit nella produzione di energia, che porta durante la stagione estiva e invernale a tagliare l'elettricità per periodi talvolta superiori alle 20 ore al giorno. A Tripoli sono scoppiate manifestazioni popolari a causa del deterioramento delle condizioni di vita e delle continue interruzioni di corrente per lunghe ore. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE