ISRAELE

 
 
 

Israele: ministro Energia, uccisione scienziato iraniano rende servizio al mondo

Gerusalemme, 29 nov 2020 11:07 - (Agenzia Nova) - L’assassinio di Mohsen Fakhrizadeh, scienziato e figura di primo piano del programma nucleare iraniano, “chiunque l’abbia commesso, serve non solo a Israele, ma anche all’intera regione e al mondo”. Lo ha detto in un’intervista all’emittente israeliana “Kan” il ministro dell’Energia di Israele, Yuval Steinitz. Sono pochi per il momento i commenti giunti dalle autorità israeliane riguardo all’assassinio dello scienziato nucleare, ucciso da assalitori ignoti venerdì 27 novembre nella provincia iraniana di Damavand. Il ministro degli Insediamenti, Tzachi Hanegbi, ha dichiarato ieri di non avere “alcuna idea” di chi possa avere commesso l’omicidio di Fakhrizadeh. Le autorità iraniane – su tutti il presidente Hassan Rohani e il ministro degli Esteri, Mohammad Javad Zarif – hanno accusato espressamente Israele per l’omicidio, e hanno minacciato di rispondere “al momento giusto e in maniera appropriata”. Il quotidiano statunitense “New York Times” cita oggi un anonimo “ufficiale di alto livello” israeliano, che per anni ha seguito Fakhrizadeh, secondo cui le aspirazioni dell’Iran alle armi nucleari costituiscono una minaccia tale che “il mondo dovrebbe ringraziare Israele”. Anche secondo un ufficiale statunitense e due altri ufficiali di intelligence anonimi, citati ieri dal quotidiano, “Israele era dietro all’attacco contro lo scienziato”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE