CANADA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Canada: caso Meng, giudice accoglie alcuni elementi della difesa su presunti vizi in richiesta estradizione (2)

Pechino, 30 ott 2020 15:30 - (Agenzia Nova) - Meng, 48 anni e figlia del fondatore di Huawei Ren Zhengfei, è stata arrestata all'aeroporto internazionale di Vancouver il primo dicembre 2018, durante uno scalo aereo mentre si recava in Argentina per partecipare a una conferenza. Gli Stati Uniti ne chiedono l'estradizione perché avrebbe mentito alla banca Hsbc sul controllo da parte di Huawei di una società accusata di tentare di vendere apparecchiature informatiche a una compagnia di telecomunicazioni iraniana. I pubblici ministeri Usa sostengono che la banca si è esposta al rischio di multe, azioni penali e danno alla reputazione facendo affidamento sulla presunta menzogna di Meng. In precedenza, i legali di Meng hanno riunito le loro argomentazioni in una nota, che è stata resa pubblica dopo un'udienza il 15 giugno. Nella nota, gli avvocati affermano che la sola prova chiave a sostegno dell'estradizione è stata fornita dalla banca Hsbc, e che presenta "deliberati e/o sconsiderati errori di fatto e omissioni materiali". Gli avvocati sostengono che i registri, depositati per giustificare la richiesta di estradizione degli Stati Uniti con l'accusa di frode, sono "così pieni di errori intenzionali o sconsiderati" che l'unico modo per gestirli è una sospensione dei procedimenti. Le udienze sull'estradizione dal Canada agli Stati Uniti di Meng si protrarranno fino alla fine di aprile 2021. (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE