GEORGIA

 
 

Georgia: presidente Parlamento, dialogo fra governo e opposizione "entrato in fase importante"

Tbilisi, 30 nov 2020 16:31 - (Agenzia Nova) - L'attuale dialogo politico in Georgia fra governo e opposizione, facilitato dagli ambasciatori di Usa e Ue, è entrato in una fase importante. Lo ha detto il presidente del Parlamento georgiano, Archil Talakvadze, auspicando che tutti i partiti politici che hanno ricevuto sostegno alle urne valutino adeguatamente l'opportunità di partecipare alle sedute dell'assemblea nazionale. Secondo Talakvadze, sebbene si sia giunti vicini all'accordo, "l'ultima fase richiede più forza di volontà e le giuste decisioni dell'opposizione in un ambiente privo di elementi distruttivi". "Noi, l'intera nazione, dobbiamo unirci attorno all'obiettivo di cui il nostro Paese ha più bisogno ora: sconfiggere il coronavirus e ricostruire l'economia. La politica dovrebbe servire a questo scopo, così come i partiti e il nuovo Parlamento. La funzione dei politici è quella di stabilizzare, gestire la situazione, mantenere la pace e risolvere i problemi, non disturbare la situazione e sostenere scenari radicali. La Georgia oggi, come mai prima d'ora, è orientata al futuro e ogni blocco, tentativo artificiale di interrompere il lavoro delle istituzioni e utilizzare il processo politico solo per scopi personali va contro il futuro", ha detto Talakvadze, ripreso dall'agenzia di stampa "Interpressnews".

"Nonostante la pandemia, fino a due milioni di nostri concittadini hanno preso parte alle elezioni e non abbiamo il diritto di mettere in discussione la loro scelta! Il dialogo politico in corso con gli ambasciatori è in una fase importante e speriamo che i partiti politici che sono stati sostenuti per entrare in Parlamento valuteranno adeguatamente questa opportunità. Siamo tutti vicini a un accordo, ma l'ultima fase richiede più forza di volontà e le giuste decisioni dell'opposizione in un ambiente privo di elementi distruttivi. Questa elezione parlamentare ha creato un'opportunità per la cooperazione tra i partiti, per l'opposizione polemica, non per gli insulti, per fare una politica orientata ai risultati, e questa opportunità non dovrebbe essere persa", - ha detto Talakvadze.

Nei giorni scorsi sono ripresi gli incontri individuali fra i leader dei partiti di opposizione georgiana e il rappresentante diplomatico Usa a Tbilisi, Kelly Degnan. Le riunioni si sono tenute nella residenza dell'ambasciatore, alla presenza anche del rappresentante dell'Ue in Georgia, Car Hartzell. Come ha detto ai giornalisti il leader del Partito laburista Shalva Natelashvili, le formazioni dell'opposizione stanno aspettando che il partito di governo Sogno georgiano stabilisca una nuova data per le elezioni anticipate. "I partiti di opposizione hanno firmato una dichiarazione in base alla quale nessuno entrerà in parlamento in questo contesto, mentre chiediamo nuove elezioni. Le consultazioni possono essere solo su questo argomento", ha dichiarato Natelashvili.

In precedenza i partiti all'opposizione in Georgia hanno tenuto una riunione nella sede del movimento Lelo. Come ha detto Saba Buadze, uno degli esponenti di Lelo, prima dell'incontro, l'opposizione sfrutterà la riunione per discutere i piani futuri. Secondo Buadze, l'opposizione è ancora in una modalità di boicottaggio e le loro richieste sono immutate. "Le richieste dell'opposizione sono rimaste invariata, ovvero indire nuovamente le elezioni. I partiti di opposizione sono uniti intorno a questo punto oggi. Abbiamo annunciato sin dall'inizio che il primo giorno della cosiddetta sessione costitutiva del Parlamento avremmo tenuto una manifestazione nei pressi dell’assemblea. Non abbiamo cambiato idea e ci stiamo già preparando", ha detto Buadze.

A seguito delle elezioni parlamentari del 31 ottobre scorso, giudicate irregolari nonostante l'ampia vittoria del partito di governo Sogno georgiano, l'opposizione ha avviato una serie di proteste. Successivamente le forze di opposizione hanno concordato il boicottaggio delle sedute parlamentari della nuova legislatura nazionale, qualora l'esecutivo non organizzi elezioni anticipate. La maggioranza e l'opposizione hanno poi aperto un dialogo negoziale sotto gli auspici dei diplomatici Usa e dell'Ue. L'ambasciatore statunitense a Tbilisi ha anche ospitato nella propria residenza una riunione delle forze di opposizione e di membri dell'esecutivo per risolvere le tensioni politiche.

I deputati europei sulle relazioni tra Unione europea e Georgia chiedono a tutti gli attori politici di mostrare responsabilità, moderazione e maturità, così da rispettare la scelta democratica dell'elettorato e trovare i compromessi necessari, in particolare attraverso il nuovo dialogo facilitato in modo congiunto dagli ambasciatori dell'Ue e degli Stati Uniti in Georgia, al fine di consentire il buon funzionamento del Parlamento. Lo hanno dichiarato, in occasione del secondo turno delle elezioni parlamentari che si sono svolte in Georgia il 21 novembre, il presidente della commissione per gli Affari esteri del Parlamento europeo, il popolare tedesco David McAllister; la presidente della delegazione del Parlamento europeo per le relazioni con il Caucaso meridionale, la socialista estone Marina Kaljurand; il relatore permanente del Parlamento europeo sulla Georgia, il socialista estone Sven Mikser; il membro principale del Parlamento europeo per le attività di sostegno alla democrazia in Georgia, la verde tedesca Viola von Cramon-Taubadel.

"Il secondo turno delle elezioni parlamentari si è svolto sabato in Georgia per i rimanenti 17 seggi ancora da assegnare nell'ambito del sistema maggioritario. Ancora una volta, vorremmo congratularci con la Georgia, un alleato fondamentale dell'Unione europea, per l'organizzazione di queste elezioni nonostante un contesto epidemiologico difficile. Sosteniamo la valutazione dell'Osce / Odihr, l'Assemblea parlamentare dell'Osce, l'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, l'Assemblea parlamentare della Nato e il feedback della "Guardia diplomatica europea", dopo il primo turno. Anche dopo la seconda tornata ci aspettiamo una gestione equa, trasparente e completa di tutti i ricorsi motivati e reclami", hanno scritto. "Come affermato in precedenza, questo è stato un momento cruciale per valutare l'impegno delle autorità georgiane e di tutti i partiti politici a sostenere i processi democratici e lo stato di diritto. Apprezziamo il fatto che queste elezioni si siano svolte in un sistema elettorale migliorato, aprendo la strada a un Parlamento più pluralista. Tuttavia, ci rammarichiamo del fatto che i candidati dell'opposizione non abbiano corso per i seggi al secondo turno. Chiediamo che le carenze rimanenti siano affrontate attraverso una nuova riforma elettorale che affronti le raccomandazioni Osce / Odihr in sospeso e attraverso il coinvolgimento attivo di tutti i partiti politici rappresentati in Parlamento", hanno aggiunto.

"Il Parlamento europeo resta pronto a fornire assistenza, tra l'altro tramite dialoghi elettorali parlamentari e mediazione tra le fazioni politiche georgiane, in modo da migliorare ulteriormente la legislazione pertinente in vista delle future elezioni. Chiediamo a tutti gli attori politici di mostrare responsabilità, moderazione e maturità, da rispettare la scelta democratica dell'elettorato e trovare i compromessi necessari, in particolare attraverso il nuovo dialogo facilitato congiuntamente dagli ambasciatori dell'Ue e degli Stati Uniti in Georgia, al fine di consentire il buon funzionamento del Parlamento, un'istituzione vitale per la democrazia", hanno proseguito. "Tutte le forze politiche rappresentate nel neoeletto Parlamento devono ora lavorare in modo costruttivo, tenendo presente il maggiore interesse del percorso europeo scelto dalla Georgia", hanno concluso. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE