BUSINESS NEWS

 
 
 

Business news: Tunisia, Atog promette investimenti nelle fonti rinnovabili

Tunisi, 29 nov 2020 05:00 - (Agenzia Nova) - La compagnia petrolifera tunisina-britannica Atog (Anglo-Tunisian Oil & Gas) intende investire nelle energie da fonti rinnovabili in Tunisia. In un incontro con il ministro dell'Industria, dell'energia e delle miniere, Salwa Sghaier, tenutosi presso la sede del dicastero, il direttore esecutivo della società, James Berwick, ha espresso l'intenzione dell'azienda di rafforzare i suoi investimenti nell’esplorazione nella produzione di idrocarburi, ma anche nelle energie rinnovabili negli anni a venire. A tal proposito, Berwick si è detto incoraggiato dal clima imprenditoriale favorevole agli investimenti nelle energie rinnovabili, data la volontà del governo di semplificare le procedure in questo settore come parte della strategia per aumentare la quota di elettricità prodotta da fonti “pulite” entro il 2030. Atog ha recentemente acquistato gli asset della Medco Tunisia Petroleum che gestiva otto zone di produzione in Tunisia: cinque blocchi nel bacino di Ghadames (Bir Ben Tartar, Adam, Sud Remada, Jenein e Borj El Khadra) e tre blocchi nelle zone extra-costiere del bacino pelagiano (Cosmos, Hammamet e Yasmin). Il ministro Sghaier ha incontrato anche il direttore esecutivo della società austriaca Omv, Wilhelm Sackmaier, con il quale ha discusso delle “attività dell'azienda in Tunisia e della questione sociale al suo interno”, spiega una nota del ministero. L’ultimo riferimento, in particolare, sembra essere alle proteste e ai sit-in dei disoccupati che hanno spinto l’azienda austriaca a sospendere alcune attività. Omv opera in Tunisia dal 2003 ed è presente nei giacimenti petroliferi Jenein Sud (permesso esplorativo), Borj El kadhra (permesso esplorativo), Nawara, Benefsej Sud, Sondes, Durra, Jinane, Cherouq e Anaguid Est. (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE