ETIOPIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Etiopia: diverse strutture danneggiate in bombardamento di Macallè

Addis Abeba, 28 nov 2020 16:42 - (Agenzia Nova) - Diverse strutture della capitale tigrina Macallè sarebbero state danneggiate in seguito ai raid aerei ed ai bombardamenti effettuati dalle Forze di difesa etiopi, che oggi hanno iniziato la fase finale dell'offensiva lanciata lo scorso 4 novembre. Lo riferiscono su Twitter "Morad News" ed il giornalista del media tigrino online Tigrai Media House (Tmh) Stalin Gebreselassie, secondo i quali fra le strutture colpite ci sarebbero la fabbrica di cemento Mesobo, il gruppo Mesfin Industrial, la compagnia Dedebrit Micro Finance e la stazione dell'emittente radiotelevisiva tigrina "Dimtsi Weyane" (Dw), che trasmette i suoi programmi in amarico e inglese. Secondo quanto riferito in un comunicato dal leader del Fronte di liberazione popolare del Tigré (Tplf), Debretsion Gebremichael, l'esercito etiope "ha iniziato a colpire con armi pesanti e artiglieria il centro di Mekele" questa mattina, intorno alle 10 locali. L'informazione è stata confermata da due operatori umanitari. Nella nota, lo stato regionale del Tigrè "invita tutti coloro che hanno la coscienza pulita, inclusa la comunità internazionale, a condannare l'artiglieria, i raid aerei ed i massacri in corso "su civili ed infrastrutture" dal premier Abiy Ahmed e dal presidente eritreo Isaias Afwerki, che accusa di sostenere Addis Abeba, e promette "una risposta proporzionata". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE