KOSOVO

 
 

Kosovo: ministra Esteri Haradinaj, Forze di sicurezza crescono per essere partner della Nato

Pristina, 27 nov 2020 18:56 - (Agenzia Nova) - Le Forze di sicurezza del Kosovo (Ksf) sono garanzia di sovranità, integrità territoriale e sono costruite sui valori di democrazia, libertà e indipendenza. Lo ha dichiarato la ministra degli Esteri kosovara, Meliza Haradinaj, scrivendo su Twitter in occasione della Giornata delle Ksf. Secondo Haradinaj, le Forze di sicurezza kosovare sono "una forza moderna, pacifica e multietnica, che cresce congiuntamente con gli Stati Uniti e gli alleati transatlantici, per essere un esportatore di sicurezza e un partner affidabile della Nato nel mantenimento della pace e della stabilità nella regione". Anche la presidente kosovara ad interim Vjosa Osmani si è rivolta oggi ai militari delle Forza di sicurezza del Kosovo (Ksf), in occasione della Giornata della Ksf. "L'esercito del Kosovo è costruito sulle fondamenta del sacrificio sublime. Si è realizzato per prendersi cura della patria in qualsiasi momento. Oggi l'Esercito del Kosovo è un simbolo di servizio. Il nostro obiettivo principale è sempre stato quello di proteggere la nostra patria", ha detto Osmani in un videomessaggio aggiungendo che l'adesione del Kosovo alla Nato rimane un obiettivo strategico per il Paese. "Formati secondo i più alti standard della Nato, ufficiali e sottufficiali vengono istruiti all'estero. In questo giorno speciale, non possiamo non esprimere la nostra gratitudine ai nostri alleati", ha proseguito la presidente. "Il Kosovo ha risorse sufficienti per assicurare la trasformazione della Ksf. Vi garantisco che avrete sempre il mio sostegno", ha concluso.

Il primo ministro kosovaro, Avdullah Hoti, è intervenuto durante una cerimonia rivolgendosi ad un gruppo di appartenenti alla Ksf. “Permettetemi di esprimere la mia gratitudine e ringraziare tutti i paesi amici che hanno aiutato la Ksf a diventare una delle istituzioni più credibili, rendendoci tutti orgogliosi nel giorno della Ksf. Il governo del Kosovo è impegnato nello sviluppo e nella modernizzazione della Ksf", ha detto Hoti. Secondo il primo ministro kosovaro, la Forza di sicurezza sta lentamente definendo i contorni di un "vero esercito". Nel suo discorso, Hoti ha affermato che il Kosovo è impegnato per la pace e le relazioni di buon vicinato. Il capo di governo kosovaro ha affermato che la guerra dell'Esercito di liberazione del Kosovo (Uck) era "giusta e riguardava la libertà e l'indipendenza". “La Repubblica del Kosovo entrerà a far parte dell'Unione europea. Ci impegniamo a raggiungere un accordo con la Serbia per risolvere tutte le questioni in sospeso. La Repubblica del Kosovo ha dimostrato di essere favorevole alla pace e alle relazioni di buon vicinato. Il popolo del Kosovo e l'Uck hanno fatto una guerra giusta per difendere le loro case e avere libertà e indipendenza ", ha concluso Hoti. Nel dicembre 2018 il Parlamento del Kosovo ha adottato tre leggi sulla Forza di sicurezza del Kosovo, attribuendo alla Forza armata gli attributi di un esercito. (Kop)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE