USA

 
 

Usa: il dipartimento di Stato designa cinque entità iraniane, potrebbero influenzare le presidenziali

New York, 24 ott 2020 02:08 - (Agenzia Nova) - Gli Stati Uniti non tollereranno interferenze straniere nelle loro elezioni. A dirlo è il segretario di Stato, Mike Pompeo, in una nota rivolta soprattutto contro l'Iran. "L'intero governo degli Stati Uniti sta usando tutti gli strumenti a nostra disposizione per prendere di mira coloro che tentano di interferire nel nostro processo democratico", spiega Pompeo. "L'azione di ieri sanziona cinque entità iraniane ai sensi dell'ordine esecutivo 13848 per i loro sforzi di diffondere la disinformazione e minare le nostre elezioni. Stiamo anche aggiungendo diversi attori cibernetici alla nostra lista e ai database dei terroristi per la loro nota associazione con il Corpo delle guardie della rivoluzione islamica (Irgc), un'organizzazione terroristica straniera progettata dagli Stati Uniti e un terrorista globale appositamente designato, che impedirà efficacemente a questi individui e alle loro famiglie di recarsi negli Stati Uniti", si legge nel comunicato.

"Per troppo tempo il regime iraniano ha usato la sua macchina di propaganda di stato per mentire al popolo iraniano e alimentare il fuoco dell'odio contro gli Stati Uniti. L'Iran ha ora dispiegato alcune delle stesse infrastrutture propagandistiche e mediatiche nel tentativo di minare le elezioni negli Stati Uniti", aggiunge Pompeo. Secondo Pompeo, le cinque entità designate hanno partecipato direttamente o indirettamente alle interferenze straniere nelle elezioni presidenziali del 2020 negli Stati Uniti, o sono possedute o controllate da entità impegnate in tale attività. "Gli iraniani di talento dovrebbero usare le loro capacità per promuovere la pace e favorire la prosperità per le loro famiglie, non assistere la Repubblica Islamica nel condurre la sua oppressione in patria e nel diffondere il terrore all'estero", conclude la nota. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE