FILIPPINE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Filippine: pioggia di fondi sulla controversa task force anti-insurrezioni

Manila, 26 nov 2020 06:43 - (Agenzia Nova) - Il governo delle Filippine aumenterà di ben 11 volte il bilancio a disposizione della task force incaricata di combattere il Nuovo esercito popolare (Npa), braccio armato del Partito comunista di quel paese impegnato in una guerriglia che si protrae dal 1969, e che ha causato da allora migliaia di vittime nel Paese. La “Task force nazionale per porre fine al conflitto armato comunista locale” (Ntf-Elcac) è stata istituita dal presidente Rodrigo Duterte nel 2018, con l’obiettivo di contrastare la propaganda maoista nel paese e guidare gli sforzi anti-insurrezione del governo filippino. Il governo ha deciso di elevare il bilancio della task force da 1,7 miliardi di peso a 19,13 miliardi (396,7 milioni di dollari). L’annuncio ha già suscitato polemiche: esperti e oppositori del governo chiedono infatti all’amministrazione presidenziale di fare chiarezza sulla destinazione d’uso dei fondi, che l’amministrazione presidenziale non ha divulgato. Nei mesi scorsi parlamentari dell’opposizione filippina avevano già chiesto che le risorse destinate alla task force fossero reindirizzate al finanziamento delle misure di sostegno economico per la pandemia di coronavirus, e alla ricostruzione delle aree del Paese colpite dai tifoni. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE