LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Libia: le nuove nomine nella National Oil Corporation rafforzano Sanallah

Tripoli, 25 nov 2020 17:52 - (Agenzia Nova) - Il presidente della National Oil Corporation (Noc), Mustafa Sanallah, ingegnere petrolifero che ha passato una vita all’interno della compagnia petrolifera statale della Libia fino a scalarne i vertici, esce rafforzato dall’ultimo giro di nomine delle principali compagnie petrolifere satellite. Nonostante il durissimo scontro in atto con la Banca centrale di Tripoli, guidata dal potente governatore al-Sadiq al-Kabir, escluso dal controllo dei proventi del petrolio (un'ancora di salvezza di una Libia devastata dalla guerra sull’orlo del collasso economico) bloccati nei conti della Libyan Foreign Bank (controllata dal ministro delle Finanze del premier Fayez al Saraj), Sanallah non solo resta al timone della Noc (posizione che ricopre dal 2014), ma è anche riuscito a mantenere personalità a lui vicine nelle principali controllate, a partire dalla Mellitah Oil and Gas Company (Mog), società compartecipata paritariamente dall'italiana Eni e da Noc. Il nuovo capo del Consiglio di amministrazione di Mog è Mohamed Bin Shatwan, presidente uscente di Arabian Gulf Oil Company (Agoco), la compagnia petrolifera della Cirenaica. Erroneamente presentato come un uomo del generale Khalifa Haftar, in realtà Shatwan è un tecnico molto vicino a Sanallah. Membro di una facoltosa famiglia originaria di Misurata emigrata da decenni nell'est, Shatwan si è insediato ufficialmente oggi. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE