Esteri

 
 

I fatti del giorno - Asia

Roma, 25 nov 2020 12:00 - (Agenzia Nova) - Giappone-Cina: incontro Wang-Motegi, intesa su promozione commercio multilaterale - I ministri degli Esteri di Giappone e Cina, Toshimitsu Motegi e Wang Yi, hanno concordato a norme dei rispettivi Paesi di cooperare per rafforzare congiuntamente il sistema del libero scambio multilaterale basato sulle regole. Tokyo e Pechino lavoreranno per assicurare che il Regional Comprehensive Economic Partnership (Rcep), firmato lo scorso 15 novembre assieme a 13 altri Paesi asiatici, possa entrare in vigore il prima possibile. Durante il colloquio tenuto dai due ministri nella serata di ieri, è stato anche raggiunto un accordo per la ripresa dei viaggi d’affari tra i due paesi entro la fine di novembre: l’accordo era stato inizialmente raggiunto il mese scorso, ma successivamente sospeso a causa dell’aumento dei casi di contagio da coronavirus in Giappone. Secondo funzionari del ministero degli Esteri giapponese citati dal quotidiano “Nikkei”, i due ministri non hanno invece discusso della visita di Stato del presidente cinese Xi Jinping in Giappone, originariamente pianificata per la scorsa primavera, e successivamente rinviata a data da destinarsi.

Hong Kong: indirizzo politico Lam, ripristino ordine costituzionale è priorità urgente - Ripristinare l'ordine costituzionale e il sistema politico di Hong Kong dal caos è una delle "priorità urgenti", dopo che nell'ultimo anno la città ha vissuto le sue sfide politiche più gravi dal 1997. Lo ha dichiarato oggi il capo esecutivo della regione amministrativa speciale cinese, Carrie Lam, nel suo quarto discorso politico al Consiglio legislativo (LegCo). Per la prima volta durante il suo mandato, Lam ha pronunciato il suo discorso politico annuale senza alcuna protesta da parte dei legislatori dell'opposizione. I legislatori pro-democrazia, infatti, erano assenti perché si sono dimessi in massa all'inizio di questo mese, per protestare contro la squalifica di quattro democratici "non patriottici" da parte del governo di Hong Kong. Lam ha parlato delle sfide senza precedenti affrontate dalla sua amministrazione: dalle proteste antigovernative del 2019 contro un disegno di legge sull'estradizione all'impatto sulla salute e sull'economia della pandemia di coronavirus. "Sebbene Hong Kong sia stata istituita da oltre 23 anni, di tanto in tanto ci sono ancora opinioni divergenti sulle questioni fondamentali relative al sistema politico. Alcune questioni sono manipolate politicamente a causa della comprensione inadeguata della Costituzione e della Legge fondamentale da parte della società e del fatto che la consapevolezza di alcune persone del principio 'Paese unico' deve ancora essere migliorata", ha detto Lam.

Cina: premier Li, "politiche per l'occupazione ampliate su tutta la linea" - L'occupazione è al primo posto nelle sei aree prioritarie del governo della Cina: aiutare gli oltre cento milioni di entità del mercato a sopravvivere è un modo efficace per salvaguardare il lavoro e aumentare il reddito e il consumo. Lo ha dichiarato ieri, 24 novembre, il primo ministro cinese Li Keqiang nel corso della quinta tavola rotonda ("1+6") con i vertici delle organizzazioni economiche internazionali, che ha presieduto in videoconferenza. Presenti il presidente della Banca mondiale David Malpass, la direttrice operativa del Fondo monetario internazionale (Fmi) Kristalina Georgieva, il vicedirettore generale dell'Organizzazione del commercio (Omc) Alan Wolff, il direttore generale dell'Organizzazione internazionale del lavoro (Oil) Guy Ryder, il segretario generale dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) Angel Gurría e il presidente del Consiglio per la stabilità finanziaria (Fsb) Randal Quarles. Secondo Li, la Cina ha rafforzato in modo completo la sua politica di occupazione e ha cercato di mantenere stabile il livello occupazionale e creare più posti di lavoro attraverso mezzi basati sul mercato. "Finora l'occupazione si è mantenuta stabile in Cina nel suo complesso. Nei primi dieci mesi sono stati aggiunti 10,09 milioni di posti di lavoro urbani, raggiungendo l'obiettivo prima del previsto. A ottobre, il tasso di disoccupazione rilevato nelle aree urbane è sceso al 5,3 per cento ed è stata evitata la disoccupazione su larga scala. Nelle zone rurali, i lavoratori migranti che lavorano l'uno per l'altro e si aiutano a vicenda a trovare un lavoro hanno contribuito ad alleviare la pressione della disoccupazione", ha spiegato il premier.

Corea del Sud: Seul aderisce alla coalizione per i vaccini Cepi - Il governo della Corea del Sud ha aderito alla Coalizione delle innovazioni per la preparazione alle epidemie (“Cepi”), una fondazione privata co-fondata dalla Fondazione Bill e Melinda Gates che si propone di raccogliere donazioni da enti pubblici, privati e filantropici per finanziare progetti di ricerca su vaccini contro le cosiddette “malattie infettive emergenti”. Seul si è impegnata a donare 3 milioni di dollari alla Cepi entro la fine del 2020, per assistere lo sviluppo di vaccini contro la Covid-19 e altre “epidemie emergenti”. L’ambasciatore della Corea del Sud in Norvegia, Nam Young-sook, ha preso parte ieri, 24 novembre, alla cerimonia di adesione del Paese alla Cepi, cui ha assistito anche il capo esecutivo della fondazione privata, Richard Hatchett. La Cepi, che ha sede a Oslo, è stata concepita nel 2015, e formalmente presentata al Forum economico di Davos due anni più tardi.

Mongolia: miniera rame Oyu Tolgoi, governo vuole chiarimenti su progetto espansione Rio Tinto - Il governo mongolo starebbe esercitando pressioni sul gruppo minerario anglo-australiano Rio Tinto per fare chiarezza su ritardi e costi aggiuntivi non giustificati nell'ordine di miliardi di dollari nel progetto di espansione della miniera di rame Oyu Tolgoi, nel deserto del Gobi. Lo riferisce il "Financial Times". Il piano è considerato uno dei più importanti attualmente attivi negli asset di Rio Tinto, e il governo di Ulan Bator si sarebbe detto intenzionato a entrare nella joint venture che possiede l'impianto estrattivo, allo scopo di istituire un comitato speciale con l'incarico di selezionare un'azienda che controlli le spese e il processo di espansione della miniera. La richiesta di una revisione della proprietà della miniera da parte del governo, sottolinea il quotidiano economico-finanziario, aggiunge tensione al già complicato rapporto tra Rio Tinto e il governo mongolo, che da tempo starebbe cercando di migliorare gli accordi al ribasso siglati in passato con l'azienda per lo sviluppo dell'impianto. L'espansione della miniera è considerata fondamentale da entrambe le parti, dato l'enorme potenziale dovuto all'aumento dei prezzi di mercato del rame in seguito all'espansione del suo uso in veicoli elettrici e turbine eoliche.

Cina-Usa: Xi si congratula con Biden e auspica "sviluppo sano e stabile" delle relazioni bilaterali - Il presidente della Cina, Xi Jinping, si è congratulato oggi con il democratico Joe Biden per l'elezione a presidente degli Stati Uniti. Lo riferisce l'agenzia ufficiale di stampa cinese "Xinhua". "Promuovere uno sviluppo sano e stabile delle relazioni Cina-Stati Uniti non solo risponde agli interessi fondamentali dei popoli in entrambi i paesi, ma soddisfa anche le aspettative comuni della comunità internazionale", ha affermato Xi nel suo messaggio. Il leader cinese ha auspicato che le due parti sostengano uno spirito di non conflitto e non confronto, rispetto e cooperazione reciprocamente vantaggiosi, si concentrino sulla cooperazione, gestiscano le differenze, promuovano uno sviluppo sano e stabile delle relazioni bilaterali e si uniscano ad altri paesi e alla comunità internazionale nella nobile causa della pace e dello sviluppo nel mondo. Sempre oggi, il vicepresidente cinese Wang Qishan ha inviato le congratulazioni a Kamala Harris per l'elezione a vicepresidente degli Stati Uniti.

Giappone-Cina: Suga incontra ministro Esteri Wang, auspica relazioni stabili - Il primo ministro del Giappone, Yoshihide Suga, ha incontrato il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, che conclude oggi una visita ufficiale di due giorni a Tokyo. Durante l’incontro – il primo del premier giapponese con un funzionario cinese di alto livello – Suga ha auspicato che i Giappone e Cina cooperino per favorire una stabilizzazione delle relazioni bilaterali: “Una relazioni stabile tra i nostri Paesi è importante non solo per Giappone e Cina, ma anche per la regione e la comunità internazionale”, ha dichiarato il primo ministro durante l’incontro di cortesia, che si è protratto per circa 20 minuti. Wang ha affermato che le relazioni tra Pechino e Tokyo sono “tornate finalmente” ad un normale percorso di sviluppo.

Corea del Sud-Cina: ministro Esteri cinese Wang a Seul, fra i temi futura visita di Xi - Il ministro degli Esteri della Cina, Wang Yi, dopo due giorni di impegni a Tokyo, è giunto in Corea del Sud, dove dovrebbe discutere, tra l'altro, della possibile visita del presidente Xi Jinping a Seul, inizialmente prevista all'inizio di quest'anno ma rinviata a causa della pandemia di coronavirus. Secondo il ministero degli Esteri sudcoreano, il responsabile della diplomazia cinese incontrerà domani, 26 novembre, l'omologa Kang Kyung-wha. La stampa internazionale, che cita funzionari di Seul, anticipa che i due discuteranno di una serie di questioni bilaterali, regionali e globali, tra cui la Corea del Nord, la pandemia e la nuova amministrazione degli Stati sotto la presidenza del democratico Joe Biden. Kang ha affermato all'inizio di questo mese che entrambe le parti stavano organizzando un viaggio di Xi presumendo che si sarebbe compiuto "non appena la situazione Covid-19 si fosse stabilizzata". Wang è il secondo diplomatico cinese di alto livello a recarsi in Corea del Sud da quando il coronavirus è apparso in Cina alla fine dell'anno scorso, dopo la visita di agosto di Yang Jiechi, membro del Politburo del Partito comunista cinese.

India: coronavirus, i casi attivi tornano ad aumentare - Nelle ultime 24 ore in India sono stati registrati 44.376 nuovi casi e 481 decessi. Lo ha reso noto il ministero della Sanità nell’ultimo bollettino, aggiornato a questa mattina alle 8 (ora di Nuova Delhi). I casi complessivi sono saliti a 9.222.216, con 134.699 decessi. I pazienti guariti o dimessi dagli ospedali sono 8.642.771 mentre i casi attivi sono 444.746, pari al 4,82 per cento del totale. Il tasso di recupero è del 93,72 per cento e quello di letalità dell’1,46 per cento. Ieri sono stati effettuati 1.159,032 test, secondo i dati del Consiglio indiano per la ricerca medica (Icmr). Tutti i 35 Stati e Territori dell’Unione sono interessati dalla trasmissione del virus. Il Maharashtra, dove i casi attivi sono attualmente 84.238, è il più colpito. Lo Stato ha prorogato il lockdown fino al 30 novembre; inoltre, da oggi sono scattate restrizioni ai viaggi da Nuova Delhi, Rajasthan, Gujarat e Goa: le persone provenienti in aereo o treno dai quattro Stati/Territori dovranno essere munite di un certificato di negatività o effettuare un test all’arrivo a proprie spese. L’amministrazione del Jammu e Kashmir ha deciso di sottoporre a test antigenici rapidi tutti i visitatori in arrivo. Il Punjab ha annunciato un coprifuoco dalle 22 alle 5 a partire dal primo dicembre. L’India è al secondo posto al mondo per contagi dopo gli Stati Uniti e al terzo per decessi, dopo Usa e Brasile.

Hong Kong: coronavirus, governo stanzierà oltre 77,4 milioni di dollari per sostenere il turismo - Il capo esecutivo di Hong Kong, Carrie Lam, ha promesso un sostegno aggiuntivo di circa 77,4 milioni di dollari per aiutare il settore turistico della città, duramente colpito dalla pandemia di coronavirus. Nel suo discorso annuale di indirizzo politico, pronunciato oggi, Lam ha descritto il turismo come "una delle quattro industrie pilastro di Hong Kong" che impiega quasi 260 mila persone. "Con il flusso transfrontaliero di persone che si sta quasi arrestando, gli affari sono quasi congelati. In considerazione di ciò, il governo ha implementato una serie di misure di soccorso mirate a partire dalla seconda metà del 2019 per aiutare il settore in questo periodo difficile", ha affermato Lam. Le misure di sostegno includeranno una serie di sussidi in denaro una tantum per circa 24.100 persone del settore, tra i quali agenti di viaggio, guide turistiche e autisti di autobus turistici. Circa 19 mila persone che lavorano come guide turistiche accreditate freelance o accompagnatori turistici avranno diritto a un sussidio una tantum di 1.935 dollari ciascuna. Il governo ha anche affermato che circa 3.400 conducenti di autobus turistici beneficeranno di un sussidio in contanti di 864 dollari. Ci sarà inoltre un sussidio una tantum di 12.900 dollari per gli agenti di viaggio autorizzati con un massimo di dieci membri nel personale. Per coloro che impiegano undici o più persone, l'importo del sussidio una tantum sarà direttamente proporzionale al numero di dipendenti, a partire da 1.290 dollari a persona. (Res)
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE