UE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Ue: ex presidente Consob Nava al "Corriere della Sera", ora l'Italia intervenga sulla burocrazia

Roma, 28 ott 2020 08:12 - (Agenzia Nova) - "Se le riforme fossero facili probabilmente gli Stati le avrebbero già fatte. Per questo la Commissione ha creato uno strumento per aiutare i Paesi Ue, non c'è stigma nel fare le riforme". Lo ha detto a "Corriere della Sera" Mario Nava, ex presidente della Consob, che da giugno alla guida della Dg Reform voluta dalla presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen. La Dg, operativa dal gennaio scorso, è l'evoluzione di un servizio di sostegno tecnico per fare le riforme nato nel 2012-2013 come task force in soccorso di Grecia e Cipro. È la direzione generale che, fra gli altri suoi compiti, aiuterà gli Stati membri a mettere in atto le riforme contenute nei piani di ripresa necessari per accedere ai sussidi e ai prestiti del Recovery Fund. Una partita che per l'Italia vale 209 miliardi. "La Dg Reform, - spiega Nava - come prevede la guidance della Commissione, fornirà il sostegno tecnico per l'attuazione delle riforme contenute nei piani nazionali di ripresa finanziati dal Recovery Fund. Gli Stati membri possono chiederlo già ora, entro il 31 ottobre, che è la scadenza per le richieste di sostegno tramite lo Strumento per il supporto tecnico, ed è possibile che faremo un bando apposta all'inizio del prossimo anno". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE