Esteri

 
 

I fatti del giorno - America latina

Roma, 25 nov 2020 12:00 - (Agenzia Nova) - Cile: avanza in Senato progetto che consente nuovo prelievo da fondi pensione privati - La commissione Finanze del Senato del Cile ha approvato il progetto di riforma costituzionale che consente agli iscritti al sistema pensionistico privato (Afp) un secondo prelievo fino ad un massimo del 10 per cento dei fondi accumulati. Il progetto approvato in commissione è stato presentato dal governo di Sebastian Pinera in alternativa ad un analogo progetto dell'opposizione, anche se è stato drasticamente modificato in sede parlamentare finendo per assomigliare più a quest'ultimo che a quello originale dell'esecutivo. Il progetto consentirà ai beneficiari di ritirare un minimo equivalente a circa mille euro fino ad un massimo di 4500 euro circa. Il governo, che in un primo momento aveva minacciato di fare ricorso alla Corte costituzionale contro l'iniziativa dell'opposizione, ha preferito alla fine presentare un proprio progetto alternativo con l'obiettivo di moderare l'impatto fiscale e sul sistema pensionistico dell'iniziativa.

Argentina: commercio estero in attivo per 612 milioni di dollari a settembre - L'interscambio commerciale a settembre in Argentina ha registrato un attivo di 612 milioni di dollari secondo dati ufficiali dell'Istituto nazionale di Statistica, Indec. In termini percentuali si tratta di una contrazione del 65 per cento rispetto allo stesso mese del 2019 dovuto in gran parte al calo del 21,6 per cento delle esportazioni. In termini nominali le vendite all'estero nel nono mese dell'anno hanno raggiunto un totale di 4,616 miliardi di dollari. Le importazioni hanno registrato a loro volta a settembre un calo del 2,8 per cento rispetto al 2019, con acquisti per 4,004 miliardi di dollari. L'Argentina ha un saldo commerciale negativo con i tre principali partner commerciali, nell'ordine Brasile (-161 milioni di dollari), Cina (-425 milioni) e Stati Uniti (-117). I termini di interscambio registrano invece un saldo attivo con India (+196 milioni), Cile (+187 milioni), Vietnam (+96 milioni) e Spagna (+87 milioni).

Argentina: attività economica, -6,9 per cento su anno a settembre ma quinto mese in ripresa - L'attività economica in Argentina ha registrato a settembre un calo del 6,9 per cento su anno secondo dati ufficiali dell'Istituto nazionale di statistica (Indec). Il calo complessivo nei primi nove mesi dell'anno rispetto allo stesso periodo del 2019 è invece dell'11,9 per cento. L'attività economica di settembre registra tuttavia un miglioramento dell'1,9 per cento se raffrontata al mese di agosto, quinto miglioramento consecutivo in termini destagionalizzati. Sempre in questo tipo di raffronto il terzo trimestre del 2020 segna inoltre una ripresa del 13,1 per cento rispetto al secondo. Nell'analisi settoriale emerge che sei settori su 15 registrano una crescita anno su anno. Tra questi la pesca, con un +42 per cento, l'intermediazione finanziaria, con un +7,7 per cento, il commercio, con un più 5,8 per cento, l'industria, con un +2,2 per cento, elettricità/gas/acqua, con un +1,4 per cento, e il settore agricolo e dell'allevamento, con un +0,2 per cento. Senza accenni di ripresa i settori che ancora non si sono beneficiati dell'allentamento delle misure di prevenzione contro la pandemia del nuovo coronavirus, come quello alberghiero e della ristorazione (-59,5 per cento su anno).

Paraguay: Banca centrale mantiene tasso di sconto invariato allo 0,75 per cento - La Banca centrale del Paraguay (Bcp) ha deciso oggi di mantenere invariato il tasso ufficiale di sconto allo 0,75 per cento annuale in considerazione del persistente contesto recessivo derivato dall'impatto della pandemia del nuovo coronavirus. Gli indicatori dell'attività economica sul breve termine, osserva la Bcp, registrano ancora un livello sensibilmente inferiore a quello dell'anno precedente nonostante segnali di ripresa che emergono dal raffronto invece con i mesi precedenti. In questo contesto il Comitato di politica monetaria (Cpm) della Bcp ha ritenuto "opportuno mantenere l'attuale profilo espansivo della politica monetaria". D'altra parte l'ente emissore ritiene questo livello del tasso di sconto compatibile con l'obiettivo fissato di un tasso di inflazione finale per il 2020 del 4 per cento. La Banca centrale "continuerà a valutare attentamente gli sviluppi del contesto internazionale e locale in relazione alla presa di decisioni della politica monetaria", conclude il documento del Cpm.

Ecuador: parlamento approva mozione di sfiducia contro ministra dell'Interno - Il parlamento dell’Ecuador ha approvato la mozione di sfiducia nei confronti della ministra dell’Interno, Maria Paula Romo, sotto accusa per la gestione delle proteste scatenate ad ottobre 2019. In particolare, Romo è accusata di avere autorizzato l’uso di gas lacrimogeni. La mozione, riferisce la stampa locale, è stata approvata con 104 voti a favore. Il presidente Lenin Moreno ha annunciato la nomina di Patricio Pazmino, ex generale e già viceministro dell’Interno, a capo del dicastero. Le proteste erano nate contro le misure economiche varate dal presidente Lenin Moreno, un piano di tagli ispirato alla sostenibilità dei conti pubblici, e che aveva tra le sue misure più in vista l'abolizione dei sussidi pubblici all'acquisto delle benzine.

Ecuador: parlamento approva mozione di sfiducia contro ministra dell'Interno - Il parlamento dell’Ecuador ha approvato la mozione di sfiducia nei confronti della ministra dell’Interno, Maria Paula Romo, sotto accusa per la gestione delle proteste scatenate ad ottobre 2019. In particolare, Romo è accusata di avere autorizzato l’uso di gas lacrimogeni. La mozione, riferisce la stampa locale, è stata approvata con 104 voti a favore. Il presidente Lenin Moreno ha annunciato la nomina di Patricio Pazmino, ex generale e già viceministro dell’Interno, a capo del dicastero. Le proteste erano nate contro le misure economiche varate dal presidente Lenin Moreno, un piano di tagli ispirato alla sostenibilità dei conti pubblici, e che aveva tra le sue misure più in vista l'abolizione dei sussidi pubblici all'acquisto delle benzine.

Trinidad e Tobago: migranti venezuelani espulsi fanno rientro nell'isola - Un gruppo di migranti venezuelani, tra cui 16 minori, espulso da Trinidad e Tobago lo scorso 22 novembre su due imbarcazioni precarie ha fatto ritorno nell’isola. Secondo quanto denuncia David Smolansky, commissario della segreteria generale dell’Organizzazione degli stati americani (Osa) per la crisi dei migranti e rifugiati venezuelani, il gruppo è ora detenuto in attesa che venga verificata la loro identità. Il rientro è stato ordinato da una disposizione della Corte suprema dell’isola. Ieri la commissione interamericana per i diritti umani (Cidh) ha esortato il governo di Trinidad e Tobago a garantire l'ingresso sul proprio territorio di 29 cittadini venezuelani che le autorità avevano espulso nel fine settimana, denunciando di non poter riprendere. "La Cidh esprime la sua preoccupazione per l'espulsione, il 22 novembre, di persone migranti tra cui 13 donne e 16 minori, alcuni non accompagnati", scriveva l'agenzia in un messaggio sul proprio profilo twitter. I migranti sono parte di un gruppo sbarcato all'inizio della settimana scorsa e trasferito in un centro di custodia a una settantina di chilometri a sud della capitale, Porto Spagna. La notizia del loro allontanamento aveva suscitato allarme soprattutto per la richiesta di "habeas corpus" presentata dai loro legali, in attesa di ottenere protezione dall'isola caraibica.

Perù: presidente Sagasti avvia colloqui con i partiti in vista del voto su fiducia al nuovo governo - Il nuovo presidente del Perù, Francisco Sagasti, ha avviato i colloqui con i diversi partiti politici dell'arco parlamentare, in vista del voto sulla fiducia al nuovo governo in programma il 3 e 4 dicembre. Ieri, riferisce il quotidiano “El Comercio”, il capo dello stato ha incontrato i rappresentati di Alleanza per il progresso (App) e Frepap. Al centro dei colloqui, fa sapere la presidenza, la lotta alla pandemia del nuovo coronavirus, le elezioni generali di aprile, la riattivazione dell’economia, sicurezza e istruzione.

Iran-Venezuela: ministro Esteri Arreaza, presto commissione bilaterale con Teheran - Gli attuali governi di Iran e Venezuela hanno aperto la strada allo sviluppo delle relazioni fra Caracas e Teheran, e il Venezuela intende convocare una commissione bilaterale fra i due Paesi con la partecipazione di tutti i ministri dei due esecutivi. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri del Venezuela, Jorge Arreaza, in un’intervista all’agenzia di stampa iraniana “Irna”. In riferimento alla recente visita compiuta nel paese sudamericano dal ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, il capo della diplomazia di Caracas ha affermato che nonostante le sanzioni imposte dagli Usa e le restrizioni prodotte dal Covid-19 le relazioni non si sono interrotte: le visite di delegazioni politiche, le interazioni commerciali e la cooperazione strategica fra i due Paesi sono proseguite. Per quanto riguarda la dimensione dello sviluppo, Iran e Venezuela sono due potenze che hanno punti in comune “oltre ogni immaginazione”, ha detto Arreaza.

Colombia: omicidi ex combattenti Farc, governo riferisce davanti al tribunale speciale per la pace - Il procuratore generale della Colombia, Francisco Barbosa, tre ministri e altri membri del governo sono convocati oggi dalla Giurisdizione speciale per la pace (Jep), il tribunale speciale colombiano istituito per giudicare coloro ritenuti responsabili di crimini commessi durante la decennale guerra tra Farc e governo di Bogotà, per illustrare le misure adottate per contrastare l’omicidio degli ex combattenti delle Forze rivoluzionarie della Colombia (Farc). Secondo quanto denuncia il partito Farc, nato dalle ceneri dell’omonimo gruppo armato, sono ad oggi 242 gli ex combattenti uccisi dalla firma dell’accordo di pace, nel 2016. All’udienza pubblica sono convocati, tra gli altri, l’alto commissario per la pace, Miguel Ceballos, il consigliere presidenziale per la stabilizzazione e il consolidamento, Emilio Archila, il ministro delle Finanze, Alberto Carrasquilla, la ministra dell’Interno, Alicia Arango Olmos e il ministro della Difesa, Carlos Holmes Trujillo. (Res)
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE