MED FORUM

 
 
 

Med Forum: Sereni, su bambini Mediterraneo può avere approccio sistematico

Roma, 25 nov 2020 11:38 - (Agenzia Nova) - La regione del Mediterraneo, a fianco delle Nazioni Unite e altre parti rilevanti, può “davvero muoversi in direzione di un approccio coerente e sistematico per la protezione dei bambini nei conflitti armati, aiutandoli ad avere un futuro migliore”. Lo ha detto la vice ministra degli Affari esteri e della cooperazione internazionale dell’Italia, Marina Sereni, parlando oggi alla sesta edizione della Conferenza Rome Med – Mediterranean Dialogues, promossa dal Maeci e dall’Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi). “Il Covid-19 sta esponendo i bambini nei conflitti armati a forme aggiuntive di violenza, sfruttamento e abuso, aggravando ulteriormente la loro vulnerabilità”, ha aggiunto Sereni. “In questo momento difficile dobbiamo rafforzare e coordinare i nostri sforzi per garantire che la salute dei bambini sia sempre protetta, anche impedendo attacchi armati contro ospedali e assicurando che l’assistenza umanitaria non sia ostacolata”, ha proseguito la vice ministra. A questo scopo, ha aggiunto Sereni, sarebbe importante “allargare la partecipazione del Mediterraneo al ‘Group of friends’ su bambini e conflitti armati, sia a Ginevra sia a New York, per rafforzare la nostra collaborazione in questi forum significativi”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE