REGNO UNITO

 
 
 

Regno Unito: stop definitivo alle apparecchiature cinesi nel 5G

Regno Unito: stop definitivo alle apparecchiature cinesi nel 5G
Londra, 24 nov 2020 12:07 - (Agenzia Nova) - Secondo quanto riporta il "Financial Times", il governo britannico presenterà nella giornata di oggi alla Camera dei comuni un disegno di legge per vietare alle compagnie di telecomunicazioni nazionali di installare nuovi equipaggiamenti 5G di marca Huawei sulle proprie reti. La nuova legge dovrebbe andare a formare la "spina dorsale" della nuova strategia del governo di ridurre la dipendenza del Paese da "fornitori ad alto rischio", tra cui appunto la compagnia cinese Huawei, per quanto riguarda la propria infrastruttura delle telecomunicazioni.

Il governo nel mese di luglio aveva già introdotto un divieto "a lungo termine" di possedere apparecchiature Huawei sulla rete 5G entro il 2027, ma il nuovo divieto di installazione dovrebbe entrare in vigore prima delle prossime elezioni parlamentari, previste per il 2024. Secondo quanto apprende il "Financial Times" da fonti interne, la nuova legge sarebbe dovuta principalmente al bisogno di evitare che le compagnie possano aggirare il divieto continuando ad utilizzare equipaggiamenti acquistati prima del 2027 e tenuti in riserva fino ad oltre quella data.

La mossa di fatto rappresenta una vera e propria "inversione a U" sulle intenzioni precedentemente annunciate del governo, il quale aveva in precedenza fatto sapere che avrebbe comunque consentito a compagnie come Huawei di fornire materiali terzi necessari alla costruzione della rete 5G, mentre questo dovrebbe di fatto essere proibito con la nuova legge. Il nuovo divieto segue mesi di intensa pressione da parte dell'amministrazione statunitense per vietare la compagnia cinese a qualsiasi livello dalle reti di telecomunicazioni britanniche, sulla base di considerazioni di sicurezza nazionale. La nuova legge dovrebbe introdurre una multa fino al 10 per cento degli utili in caso di mancata ottemperanza da parte delle compagnie, e 100 mila sterline al giorno (oltre 112 mila euro) in caso di persistente violazione della legge in seguito alla prima segnalazione. L'ente regolatore per le comunicazioni, Ofcom, sarà incaricato dalla legge di verificare l'osservazione della norma. (Rel)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE