SPECIALE DIFESA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Speciale difesa: conflitto nel Tigrè, riunione d’emergenza del Consiglio di sicurezza Onu

Addis Abeba, 24 nov 2020 13:15 - (Agenzia Nova) - Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite terrà una riunione virtuale di emergenza per discutere del conflitto nella regione del Tigrè, in Etiopia. La riunione è stata convocata dopo che il leader del Fronte di liberazione del popolo del Tigrè (Tplf), Debretsion Gebremichael, ha respinto l'ultimatum del primo ministro Abiy Ahmed che domenica scorsa aveva concesso 72 ore ai tigrini per arrendersi. In una dichiarazione, Gebremichael ha negato che le sue truppe siano sul punto di essere sconfitte e ha ribadito che il popolo del Tigrè “è pronto a morire per difendere il proprio diritto ad amministrare la regione”. “(Ahmed) non capisce chi siamo. Siamo persone di principio e pronte a morire in difesa del nostro diritto di amministrare la nostra regione”, ha aggiunto. In precedenza il portavoce del governo etiope, Redwan Hussein, aveva dichiarato che le forze federali hanno circondato la capitale del Tigrè, Mecallè, e si trovano a circa 50 chilometri di distanza da essa. Nel frattempo le Nazioni Unite e il governo etiope hanno concordato l’apertura di corridoi umanitari per consentire l’accesso agli sfollati che, secondo le stime riportate dal quotidiano “Addis Standard”, sono più di 94 mila. Inoltre, decine di civili sarebbero rimasti uccisi nei combattimenti iniziati lo scorso 4 novembre. Sono invece più di 40 mila le persone che si sono invece rifugiate nel vicino Sudan. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE