SPECIALE INFRASTRUTTURE

 
 
 

Speciale infrastrutture: sviluppo e capacità di fare sistema fondamentali per mercato Gnl in Italia

Roma, 20 nov 16:00 - (Agenzia Nova) - Lo sviluppo di una rete di distribuzione del gas naturale liquefatto in Italia passa attraverso investimenti sulle infrastrutture e ampliamento del mercato, ma anche per una collaborazione del sistema nazionale. Le realtà del settore devono "fare squadra", prendendo slancio dai progressi compiuti negli ultimi anni e che hanno dimostrato una capacità di resilienza anche rispetto agli effetti della pandemia. Questo il quadro emerso durante la sessione dedicata a alle infrastrutture per il Gnl di piccola taglia nell'ambito del Forum internazionale “Il Gnl nel corridoio Euro-Mediterraneo e ruolo del sistema logistico di Genova e Liguria”, promosso da Città Metropolitana di Genova e da Regione Liguria con il supporto progettuale e organizzativo di ConferenzaGnl e sotto l'alto patrocinio di Mise e Maeci. L'assessore allo Sviluppo economico della Regione Liguria, Andrea Benveduti, ha introdotto la sessione ricordando come il Gnl sia uno dei carburanti meno impattanti, in attesa di tecnologie più moderne, ma con la consapevolezza di poter sfruttare allo stato attuale i vantaggi esistenti in ambito come la navigazione e l'autotrasporto, che permettono la pianificazione. Fondamentale per l'assessore è l'adeguamento delle infrastrutture, che riguarda anche le capacità di rigassificazione e di stoccaggio. L’Italia è indietro rispetto ad altri Paesi, perché "il nostro governo non ha pensato a investire in questa direzione", a detta di Benveduti, e rispetto a nazioni come la Spagna il mercato italiano è poco liquido. I rigassificatori sono pochi e sono onerosi per chi volesse avviare volumi importanti di navi alimentate a gas. A seguire è intervenuta Liliana Panei, del ministero per lo Sviluppo economico, che ha sottolineato come negli ultimi cinque anni si siano fatti progressi nei progetti avviati. Per Panei è necessario l'incremento della diversificazione delle fonti di approvvigionamento, anche grazie al Gnl. Sono stati raggiunti ottimi risultati nella diversificazione dei Paesi di provenienza, con i nostri rigassificatori che prendono Gnl da tutto il mondo, senza più l'esclusiva del Qatar. Rispetto alla Sardegna si parla di un "collegamento virtuale", per garantire un approvvigionamento a prezzi sostenibili, vicini a quelli del resto d'Italia, ma si tratta di un "work in progress". (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE