SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: Ungheria sostiene le istituzioni in Kosovo per rispondere all'emergenza Covid

Pristina, 20 nov 13:00 - (Agenzia Nova) - Un numero enorme di attrezzature di protezione personale è stato donato dall'Ungheria alle istituzioni in Kosovo. Circa 50 mila maschere e 5 mila tute protettive sono state trasportate da un aereo dell'aeronautica ungherese e consegnate dai militari di Budapest che fanno parte del contingente di Kfor al magazzino centrale del ministero della Salute a Pristina. In occasione, l'ambasciatore ungherese a Pristina, Jozsef Bencze, ha sottolineato che "la donazione è un progetto bilaterale che è stato promosso dal ministro degli Affari esteri Peter Szijjarto dopo un incontro tenutosi a Budapest in ottobre con la sua controparte, Meliza Haradinaj-Stublla". Il ministro della Salute Armend Zemaj, presente anche alla consegna, ha ringraziato l'Ungheria per la fornitura che contribuirà alla risposta locale al Covid19. Il contingente ungherese di Kfor ha facilitato l'attuazione del progetto, nel quadro dell'assistenza fornita dalle nazioni alleate e partner della Nato alle istituzioni in Kosovo per rispondere alla pandemia globale. L'Ungheria è la terza nazione che contribuisce alla missione a guida Nato in Kosovo, con circa 400 militari in servizio nel quartier generale e nel battaglione della riserva tattica Kfor guidato dall'Ungheria. Dallo scoppio della pandemia, la Kfor ha fornito dispositivi di protezione individuale alle istituzioni sanitarie in Kosovo, facilitando la fornitura di aiuti da parte delle nazioni alleate e partner, tra cui Germania, Italia, Polonia, Turchia e Austria. (Alt)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE