COOPERAZIONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Cooperazione: Aics Beirut e Riserva naturale Shouf insieme per combattere gli incendi boschivi

Beirut, 12 nov 15:17 - (Agenzia Nova) - In autunno, come ogni anno a causa della siccità, gli incendi boschivi hanno devastato vaste zone del Libano, attaccando anche l’area della Shouf Biosphere Reserve (Sbr). In un articolo pubblicato sul suo sito internet, l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics) sottolinea l'importante lavoro con la Riserva per cercare di ridurre al minimo i danni provocati dagli incendi, spontanei e dolosi, che rischiano di distruggere un patrimonio naturale unico al mondo. Secondo quanto si legge nell'articolo, la Riserva si estende per 50.000 ettari, circa il 5 per cento del territorio libanese, è caratterizzata da foreste di querce e ginepri ed è, inoltre, l’area in cui si concentra il maggior numero di cedri libanesi superstiti, alcuni plurimillenari. All’interno della riserva vivono più di 500 specie animali e vegetali. Nel corso degli ultimi anni, anche grazie alla collaborazione con la Cooperazione Italiana, sono stati intensificati gli sforzi per prevenire e combattere gli incendi. Il progetto "Risico" ha permesso di dotare la riserva di un sistema di allerta precoce per il rischio incendio. La rete di allarme è costituita da stazioni di monitoraggio meteorologico per raccogliere dati indicanti il rischio di incendio e per identificare le aree più vulnerabili e informare la Protezione Civile e le antenne nei villaggi. Il sistema è stato, fino ad oggi, in grado di mettere in guardia le comunità locali contro i rischi di incendio indicando la posizione precise dell’allarme su Google Maps e garantendo, così, il pronto intervento dei volontari. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE