UE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Ue: Donohoe (Eurogruppo) a "La Stampa", il Mes non ha alcuna condizionalità

Roma, 30 ott 09:24 - (Agenzia Nova) - Il presidente dell'Eurogruppo, Paschal Donohoe, in una intervista a "La Stampa" ha spiegato che "spetta ai singoli governi decidere come finanziarsi. Ma il mix di fondi Ue che arriveranno il prossimo anno e la flessibilità rappresenta un forte segnale dell'Ue circa il nostro desiderio di sostenere gli Stati in questa fase". Tra gli strumenti c'è anche la linea di credito del Mes, ma nessuno l'ha attivata. Il premier Conte ha agitato il rischio "stigma" sui mercati. "Tocca ai governi decidere se usare il Mes. Ma voglio essere molto chiaro: questa linea di credito è molto diversa da quelle del passato. In base al coinvolgimento che ho avuto con i mercati finanziari e con gli analisti, oltre a quello con il Mes stesso, posso dire che non c'è assolutamente alcuna condizionalità associata all'accesso a questa linea di credito. È questa è la mia risposta ai timori di un potenziale stigma che i governi possono avere. Il rischio stigma non c'è". Resta il fatto che il debito di molti Paesi, Italia in primis, sta lievitando. "È vero, ma la causa di questo indebitamento è molto diversa da quelle del passato: ora stiamo tutti affrontando gli effetti di una pandemia sulle nostre economie. E bisogna guardare anche al volume totale dei debiti nell'insieme dell'Eurozona. In ogni caso è proprio per questo motivo che abbiamo deciso di dare un sostegno (nel Recovery Fund) attraverso sovvenzioni". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE