ECUADOR

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Ecuador: proteste contro politiche economiche del governo (4)

Quito, 23 ott 11:34 - (Agenzia Nova) - La Banca centrale dell’Ecuador prevede per quest’anno una contrazione del Pil tra il 7,3 e il 9,6 per cento, come conseguenza della pandemia del nuovo coronavirus. La stima diffusa prima della pandemia era di una crescita dello 0,7 per cento. Secondo l’istituto finanziario, sulla previsione incide l'effetto della sospensione delle attività produttive nel paese a causa della pandemia di coronavirus e l’incertezza dei partner commerciali dell'Ecuador riguardo le dinamiche della ripresa economica. A questo si aggiunge il calo dei prezzi del principale prodotto di esportazione ecuadoriano, il greggio, e un minore dinamismo nella domanda esterna di prodotti non petroliferi, a seguito della contrazione economica di Cina, Stati Uniti e Unione Europea. Per quanto riguarda gli investimenti la Banca centrale prevede un calo del 14 per cento nel 2020 rispetto all’anno precedente, mentre le esportazioni vedranno una contrazione tra il 3,8 e il 5,2 per cento, a seguito di una contrazione delle esportazioni non petrolifere (principalmente banane, caffè e fave di cacao e gamberi) e delle vendite di petrolio all'estero, che subiranno un calo atteso del 4 per cento. (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE