USA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Usa: i colossi del web “a processo” di fronte al Senato federale

New York, 29 ott 06:36 - (Agenzia Nova) - I dirigenti dei principali social media e colossi del web degli Stati Uniti hanno dovuto rispondere a duri atti d’accusa, nel corso di nuove audizioni al Senato incentrate sull’influenza di Google, Facebook e Twitter sulla libertà di espressione e l’equità dei processi elettorali. Le audizioni seguono la recente decisione di Facebook e Twitter di censurare un articolo del quotidiano “New York Post” contenente rivelazioni inedite sugli affari personali della famiglia Biden: tale decisione, che ha portato persino al blocco dell’account Twitter della portavoce della Casa Bianca, Kayleigh McEnany, è stato denunciato dalla Casa Bianca e dal mondo conservatore Usa come una violazione senza precedenti della libertà di espressione negli Stati Uniti. Ormai da anni, inoltre, Google è accusata di bersagliare i creatori di contenuti e i media di orientamento conservatore, utilizzando impropriamente il proprio monopolio quasi assoluto sul posizionamento e le ricerche online. (segue) (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE