ALGERIA

 
 
 

Algeria: fonti stampa, presidente Tebboune ricoverato per coronavirus

Algeri, 28 ott 09:58 - (Agenzia Nova) - Il presidente dell’Algeria Abdelmajid Tebboune è stato ricoverato in un ospedale militare della capitale nordafricana dopo essere stato contagiato dal coronavirus Sars-CoV-2, l’agente patogeno responsabile della pandemia di Covid-19. La notizia del ricovero è stata confermata ieri dalla presidenza algerina, senza tuttavia precisare il motivo né la data dell’ospedalizzazione. Il capo dello Stato era in quarantena volontaria dopo il sospetto contagio di alti funzionari della presidenza e del governo. Tebboune, 74 anni, è dunque ricoverato ma "le sue condizioni di salute sono stabili e non destano alcuna preoccupazione", riferisce la presidenza algerina. Diversi organi di stampa ipotizzano che il ricovero di Tebboune, avvenuto a cinque giorni dal referendum sugli emendamenti costituzionali da lui proposti per costruire una "nuova Algeria", è motivata dalla positività al coronavirus. Il 74enne capo dello Stato doveva inaugurare la Moschea di Algeri, la terza moschea più grande del mondo, in occasione della celebrazione del compleanno del Profeta Maometto che quest’anno cade tra il 28 e il 29 ottobre. "Su raccomandazione dei suoi medici, il presidente della Repubblica Abdelmajid Tebboune è entrato in un'unità specializzata per il trattamento presso l’Ospedale centrale militare di Ain Al-Naja, ad Algeri", si legge una breve dichiarazione della presidenza della Repubblica. "Il suo stato di salute è stabile e non desta alcuna preoccupazione. Il presidente continua le sue attività quotidiane dal luogo di cura", senza spiegare quando e perché è stato ricoverato. Dopo settimane durante le quali la diffusione del contagio si era fermata, l'Algeria (i cui confini rimangono chiusi) ha assistito due settimane fa a un aumento dei casi di Covid-19. Il paese di 44 milioni di persone ha registrato circa 57 mila contagiati da quando il primo caso è stato rilevato il 25 febbraio, inclusi 1.930 morti e 40 mila guarigioni. Il premier Abdelaziz Djerad ha condannato “il rilassamento” popolare in termini di adesione alle misure di prevenzione, mettendo in guardia dal “riemergere di focolai di contagio”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE