TANZANIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Tanzania: proteste, polizia nega uccisione di tre manifestanti a Zanzibar

Dodoma, 27 ott 12:34 - (Agenzia Nova) - Il capo della polizia della Tanzania, Simon Sirro, ha negato le notizie secondo cui gli agenti di polizia avrebbero ucciso tre persone nella notte scorsa in una delle isole di Zanzibar, Pemba. Parlando alla stampa, Sirro ha quindi confermato che la polizia ha arrestato 42 persone in relazione alle violenze scoppiate a Pemba, dopo che i manifestanti hanno lanciato pietre contro agenti di polizia e funzionari elettorali che stavano distribuendo kit di voto in vista delle elezioni generali di domani. Il principale partito di opposizione di Zanzibar, l’Alleanza per il cambiamento e la trasparenza (Act), ha intanto denunciato l’arresto del suo candidato alla presidenza, Maalim Seif Sharif Hamad. In una nota ripresa dai media locali, il partito ha affermato che il suo candidato è stato arrestato mentre cercava di esprimere il suo voto anticipato in vista delle elezioni presidenziali in Tanzania previste per domani, 28 ottobre. Il voto anticipato è previsto dalla Costituzione tanzaniana per i funzionari della Commissione elettorale di Zanzibar, i presidenti di seggio e il personale della sicurezza. Hamad si era opposto all'emendamento che introduceva il voto anticipato, sostenendo che avrebbe dato spazio a brogli e pratiche scorrette, accuse che sono fortemente respinte dalla Commissione elettorale. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE