COVID

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Covid: l'Italia formerà i medici dell'Iraq, parla a "Nova" il ministro della Salute Al Temimi

Roma , 27 ott 12:30 - (Agenzia Nova) - L’Iraq è riuscito a resistere alla prima ondata del coronavirus grazie agli ospedali da campo e all’aumento esponenziale delle terapie intensive. Ora, con l’inverno alle porte, il paese arabo a maggioranza sciita è alla ricerca di nuove strategie e know-how per contenere la pandemia di Covid-19. E’ in questo contesto che si inserisce la visita in Italia del ministro della Salute iracheno, Hassan Mohammed al Temimi, che “Agenzia Nova” ha intervistato a Roma in occasione della per la firma di un memorandum d’intesa con il Gruppo San Donato un memorandum d’intesa per la formazione degli studenti post-lauream e di personale medico-infermieristico e sanitario iracheno. Al Temimi ha auspicato “l’apertura di prospettive nuove di cooperazione in tutti i settori che possa tradurre le relazioni storiche che ci sono tra i due paesi” nell’interesse reciproco. “Mi auguro che questa visita possa aprire la strada a una maggiore cooperazione in tutti i campi economici, industriali, farmaceutici e terapeutici. Abbiamo trovato - ha aggiunto - da parte italiana grande interesse a sostenere il settore sanitario iracheno. Durante i nostri incontri con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con il ministro della Salute, Roberto Speranza, e con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, abbiamo trovato un grande interessamento da parte italiana per sostenere e comunicare con l'Iraq”. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE