UE

 
 
 

Ue: de Guindos (Bce), istituzioni europee hanno limitato l'impatto della crisi del Covid

Madrid, 20 set 09:12 - (Agenzia Nova) - La Banca centrale europea (Bce) non agirà in base al tasso di cambio, ma terrà conto di una serie di variabili economiche in grado di influenzare le aspettative di inflazione a medio termine. È quanto affermato dal vicepresidente della Bce, Luis de Guindos, in un'intervista al quotidiano spagnolo “La Razon”. Secondo de Guindos, nella crisi provocata dal Covid-19 "l'ombrello delle istituzioni europee – Bce, Consiglio europeo e Commissione europea – ha indubbiamente limitato l'impatto di una crisi tremenda” soprattutto nei paesi “vulnerabili e più colpiti”, Spagna compresa. Senza le istituzioni europee, ha aggiunto de Guindos, “la crisi sarebbe stata peggiore perché alla crisi sanitaria ed economica si sarebbe sovrapposta una crisi del debito e questo è stato evitato. In questa occasione le istituzioni comunitarie hanno risposto e sono state il principale elemento di sostegno per minimizzare l'impatto della crisi”. Per il terzo trimestre in Europa, come avvenuto a maggio e giugno, ha aggiunto il vicepresidente della Bce, “ci aspettiamo un significativo rimbalzo dell'attività e in Spagna la ripresa dovrebbe essere più intensa perché anche il calo è stato più acuto. L'auspicabile sarebbe evitare che i paesi della zona euro abbiano una ripresa disomogenea ed è per questo che il Recovery Fund è così importante, perché si concentra su quei paesi che sono considerati più vulnerabili”. (Spm)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE