NIGERIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Nigeria: le proteste contro la polizia infiammano il Paese, nel mirino c'è ora il presidente Buhari (6)

Abuja, 22 ott 17:04 - (Agenzia Nova) - Ai tradizionali attori politici e diplomatici si sono tuttavia aggiunte le voci di star internazionali del mondo della musica e dello sport (tra cui il calciatore del Napoli Victor Osimhen e la cantante Beyoncé) in quella che – tramite l’hashtag #EndSars – sta assumendo sempre più i connotati di un movimento di protesta globale, sulla falsa riga di quanto accaduto negli Stati Uniti con il Black Lives Matter. A ben vedere, i giovani rappresentano la maggioranza demografica – sono circa la metà dei 200 milioni di abitanti del Paese più popoloso del continente africano, la cui età media è inferiore ai 20 anni – e quella dei giovani nigeriani si sta dimostrando una generazione molto abile a spingere le proprie attività sui social network e a coordinare tramite questi spazi digitali le mobilitazioni. L’hashtag #EndSars è diventato globale e diverse personalità internazionali del mondo dello spettacolo e dello sport l’hanno usato per condividere le istanze dei giovani nigeriani. Un aspetto, questa modernità delle proteste, che viene ulteriormente accentuato dall’età avanzata del 78enne Buhari e che denota una netta frattura socio-politica interna. Alla luce di tutto ciò, l’impressione è che dalle richieste iniziali dei dimostranti stia prendendo sempre più slancio l’emancipazione di una fetta demografica importante che chiede una società più equa e meritocratica, la fine della corruzione e il superamento delle disuguaglianze che ancora affliggono il tessuto socio-economico del Paese: un fattore, quest’ultimo, che è alla base del proliferare dei gruppi jihadisti che ancora affligge buona parte delle regioni settentrionali del Paese. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE