SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: ambasciatore Usa in Israele, Emirati avranno F-35 fra sei o sette anni

Gerusalemme, 24 set 13:00 - (Agenzia Nova) - Se dovesse concretizzarsi la vendita di aerei da combattimento F-35 da parte degli Stati Uniti agli Emirati Arabi Uniti, i primi velivoli saranno consegnati nel Paese del Golfo “fra sei o sette anni”. Lo ha dichiarato l’ambasciatore degli Usa in Israele, David Friedman, al quotidiano israeliano “Jerusalem Post”. “Gli Emirati stanno provando a ottenere gli F-35 da sei o sette anni”, ha aggiunto Friedman, sottolineando che il tempo di consegna potrebbe essere altrettanto lungo. Israele ha mostrato preoccupazione per il fatto che la vendita pendente, proposta parallelamente all’accordo di normalizzazione dei rapporti diplomatici firmato con gli Emirati, potrebbe minare il vantaggio militare qualitativo (Qme) dello Stato ebraico nella regione. Rispondendo a una domanda sulla questione, Friedman ha aggiunto che “il Qme è una questione di legge, non di politica. E’ una legge degli Usa dal 2008, ed è una politica degli Usa da molto più tempo”. Secondo Friedman, “Israele gestisce la questione del Qme dietro le quinte con professionalità e successo da più di un decennio, e continuerà a funzionare così”. La questione è stata affrontata in questi giorni anche da Benny Gantz, ministro della Difesa di Israele, nel corso di una visita ufficiale negli Stati Uniti, dove il membro del governo israeliano ha incontrato l’omologo statunitense Mark Esper. Quest’ultimo nel corso di un incontro al Pentagono ha promesso che gli Stati Uniti manterranno il vantaggio qualitativo di Israele in Medio Oriente, sottolineando anche che Israele è il partner strategico più importante degli Stati Uniti nella regione. Secondo quanto riferito dall’emittente di proprietà saudita “Al Arabiya” alla vigilia dell'incontro tra Esper e Gantz, Usa ed Emirati sperano in ogni caso di poter raggiungere un accordo preliminare sulla vendita dei caccia entro il prossimo dicembre. Fonti vicine ai negoziati hanno infatti dichiarato che l’obiettivo è raggiungere una prima bozza di accordo in tempo per la Giornata nazionale degli Emirati Arabi Uniti, che si terrà il 2 dicembre. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE