LIBIA

 
 
 

Libia: Di Maio su accordo cessate il fuoco, "giornata importante per sicurezza nostro paese"

Roma , 23 ott 19:02 - (Agenzia Nova) - Oggi è stata una giornata importante per la sicurezza del nostro Paese. Lo ha dichiarato il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, commentando l'accordo per un cessate il fuoco permanente in Libia, secondo una nota della Farnesina. "A Ginevra i rappresentanti libici hanno raggiunto un accordo per il cessate il fuoco che abbiamo subito salutato con grande favore. Si tratta di un risultato importante per la Libia, che merita un futuro di pace, sicurezza e benessere", ha proseguito il titolare della Farnesina. Di Maio ha aggiunto: "Ma si tratta di un passaggio di grande rilievo anche per la sicurezza nostra e dell'intero Mediterraneo. Tripoli dista circa 250 chilometri in linea d'aria dalle nostre coste e la stabilizzazione della Libia è fondamentale per controllare i flussi migratori irregolari e combattere i gruppi terroristici che infestano il Sahel, la regione in cui sono stati prigionieri anche Padre Maccalli e Nicola Chiacchio, che abbiamo recentemente riportato a casa". Il ministro degli Esteri ha sottolineato che "dobbiamo ora continuare a lavorare insieme alle Nazioni Unite per far sì che il cessate il fuoco venga applicato e rispettato da tutte le parti libiche e da tutti gli attori internazionali a vario titolo coinvolti. La diplomazia italiana è costantemente al lavoro a favore di un cessate il fuoco, per la ripresa della produzione petrolifera e per il raggiungimento di un accordo politico complessivo che porti la Libia fuori dalla guerra e dalla crisi. Ad ogni modo, il lavoro è tutt'altro che finito e non cesseremo la nostra azione fino a quando non avremo ridato alla Libia pace, sicurezza e stabilità. Il prossimo passo è il Foro di dialogo libico, che l'Italia sostiene e che servirà ai libici per definire il futuro istituzionale del loro Paese".

(Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE