COREA DEL SUD

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Corea del Sud: coronavirus, autorità chiedono di trascorrere vacanze autunnali in casa (3)

Seul, 22 set 05:27 - (Agenzia Nova) - Il governo metropolitano di Seul ha annunciato il 18 settembre, che farà causa alla setta religiosa Sarang Jeil e al suo leader, il Reverendo Jun Kwang-hoon, per aver causato la diffusione della pandemia di coronavirus complicando gli sforzi di tracciamento e diagnosi da parte delle autorità religiose. Lo riferisce la stampa sudcoreana, secondo cui l’amministrazione cittadina intende avanzare una richiesta di risarcimento di 4,6 miliardi di won (5,3 milioni di dollari). Lo scorso agosto una protesta indetta da numerosi membri della Chiesa di Sarang Jeil ha causato un focolaio di contagi nel cuore della capitale, che si è propagato sino a causare un aumento a tre cifre dei contagi giornalieri per oltre un mese. Il Reverendo Jun, noto per la sua posizione fortemente critica nei confronti del governo, è stato riarrestato all’inizio di questo mese per aver preso parte alla manifestazione del 15 agosto, in violazione delle condizioni per la libertà vigilata cui era stato sottoposto dopo un primo arresto, lo scorso aprile. In quell’occasione, Jun aveva guidato una protesta non autorizzata prima delle elezioni parlamentari, rimediando una condanna per violazione delle norme elettorali. (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE