CINA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Cina: ministero Difesa, Pechino adotterà contromisure in seguito a vendita armi Usa a Taiwan

Pechino, 23 ott 05:21 - (Agenzia Nova) - La Cina si oppone alla vendita di armi da parte degli Stati Uniti a Taiwan ed esorta Washington ad annullare immediatamente i piani di vendita all'Isola. La Cina adotterà contromisure risolute se la parte statunitense ignora le norme fondamentali delle relazioni internazionali, si allontana dai suoi impegni ed è incline a tali comportamenti. Lo ha dichiarato Tan Kefei, portavoce del ministero della Difesa cinese dopo che gli Stati Uniti hanno approvato piani di vendita di armi per un valore di circa 1,8 miliardi di dollari a Taiwan. "Le vendite di armi statunitensi a Taiwan hanno gravemente violato il principio di 'una sola Cina' e i tre comunicati congiunti Cina-Stati Uniti", ha detto Tan. Il portavoce ha osservato che una tale mossa interferisce seriamente negli affari interni della Cina, mina la sovranità e gli interessi di sicurezza del Paese, danneggia le relazioni diplomatiche e militari tra Pechino e Washington e mina la pace e la stabilità attraverso lo Stretto di Taiwan. "La questione di Taiwan riguarda la sovranità e l'integrità territoriale della Cina e incide sugli interessi fondamentali di Pechino", ha aggiunto. Il portavoce ha esortato gli Stati Uniti a interrompere i contatti militari con Taiwan e a gestire le questioni relative al'Isola con prudenza per evitare conseguenze disastrose per le relazioni diplomatiche e militari fra Cina e Stati Uniti, nonché pace e stabilità in tutto il mondo", ha detto Tan. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE