TRASPORTO AEREO

 
 
 

Trasporto aereo: Paraguay riapre ai voli commerciali

Asunción, 22 ott 2020 22:44 - (Agenzia Nova) - Il Paraguay ha ripristinato ufficialmente questa settimana i voli commerciali internazionali sospesi lo scorso mese di marzo come misura di prevenzione contro la diffusione della pandemia del nuovo coronavirus nel paese. La riapertura dello spazio aereo al transito commerciale riguarda l'aeroporto internazionale Silvio Pettirossi di Assunzione, così come lo scalo nazionale di Guaranì, nella località di Minga Guazù, provincia dell'Alto Paranà. Alla cerimonia di riapertura del Pettirossi, riferisce l'agenzia stampa ufficiale "Ip", ha partecipato anche il presidente Mario Abdo Benitez, accompagnato dal titolare della Direzione nazionale dell'Aeronautica civile (Dinac), Felix Kanazawa. Il direttore della Dinac ha sottolineato quindi "l'importanza della ripresa del trasporto aereo e di tutta la catena di valore associata" ritenendo che si tratterà di "un potente motore della ripresa". L'obiettivo, ha detto Kanazawa, è quello di tornare a livelli pre-pandemia dopo che negli ultimi sette mesi il traffico di passeggeri ha registrato una flessione del 91 per cento, mentre quello merci è diminuito del 21 per cento.

Secondo dati ufficiali il Paraguay registra 56.819 casi di nuovo coronavirus e 1.250 morti dall'inizio della pandemia nel mese di marzo. L'ultimo bollettino ufficiale riporta 746 nuovi casi e 19 decessi dovuti alla Covid-19 nelle ultime 24 ore. Le persone ricoverate sono invece 741 delle quali 142 in terapia intensiva. Il paese si trova tuttora in emergenza sanitaria dal 16 marzo giorno in cui fu decretata dal presidente. Sospese le lezioni presenziali fino a dicembre mentre ancora non sono riprese le attività ricreative e sociali di gruppo (sport e spettacoli). Il piano di attivazione economica annunciato a giugno dal governo prevede investimenti per oltre 2,5 miliardi di dollari principalmente in infrastruttura. Lo scorso 12 ottobre il governo di Assunzione ha decretato inoltre la riapertura graduale delle frontiere con il Brasile, principale socio commerciale del paese.

Il Fondo monetario internazionale proietta per il Paraguay un calo del pil del 4 per cento nel 2020. E' quanto emerge dal rapporto sulle prospettive dell'economia globale World Economic Outlook (Weo) presentato a Washington nel quadro dell'assemblea annuale dell'istituzione. Quella del Paraguay rappresenta ad ogno modo la contrazione dell'economia più contenuta non solo tra tutti i paesi del Sudamerica, ma dell'intero continente americano, una performance migliore addirittura a quella di Stati Uniti, Uruguay e Brasile. Per il 2021 è previsto inoltre un deciso rimbalzo con una crescita stimata al +5,5 per cento. Il rapporto tiene conto del calo globale della domanda delle esportazioni e della forte contrazione dei principali soci commerciali regionali del Paraguay, in particolare il Brasile e l'Argentina.

Le stime dell'Fmi sono sensibilmente più pessimistiche di quelle della Banca mondiale (Bm) che prevede per il 2020 in Paraguay una contrazione del 3,2 per cento del prodotto interno lordo. Secondo la Bm, grazie anche ad una politica efficace di lotta contro la pandemia, nel 2021 l'economia dovrebbe registrare un rimbalzo significativo che permetterà una crescita del pil pari al +3,5 per cento. "Politiche ben applicate in materia di prevenzione hanno portato a uno dei livelli più bassi di contagio e morti da Covid-19 nella regione", si legge nel documento della Bm. Secondo gli analisti di Washington quindi "le misure di risposta alla crisi dovrebbero essere efficaci nell'assorbire una parte dello shock Covid-19 e sostenere la ripresa economica" nel medio termine. Tuttavia, prevede sempre la Bm, la povertà aumenterà in Paraguay nel 2020 fino ai livelli del 2015, per poi invertire la tendenza lentamente in futuro. (Bua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE