DIFESA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Difesa: Libano, visita del vice capo missione di Unifil

Shama , 20 ott 12:41 - (Agenzia Nova) - Il contingente italiano di Unifil è un presidio di pace e un modello operativo efficace, il cui fattore di successo risiede soprattutto nella straordinaria capacità di interazione dei militari italiani con tutte le componenti della società presenti nel variegato mosaico libanese. Lo ha detto Jack Christofides, vice capo missione di Unifil, la Forza di interposizione delle Nazioni Unite nel Sud del Libano, in occasione dell'incontro a Shama con i "caschi blu" del contingente italiano a guida Brigata "Sassari". Lo riferisce un comunicato stampa. L'alto funzionario dell'Onu è stato accolto al suo arrivo dal comandante del settore Ovest, generale di brigata Andrea Di Stasio, e dal vice comandante Brendan Delaney. Al centro dei colloqui, le tematiche relative al monitoraggio della cessazione delle ostilità e la cooperazione strategica con le forze armate libanesi per la sicurezza e la stabilità nel Sud del Libano, "una realtà sociale in cui il contingente italiano si innesta attraverso il dialogo e il rispetto reciproco", ha dichiarato Christofides, "nella convinzione della centralità di questo paese quale regione cruciale per il futuro del Medio Oriente sul fronte della sicurezza globale". (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE