LIBIA

 
 
 

Libia: Shoukry, la crisi libica un impatto crescente sulla sicurezza e la stabilità dell'Egitto

Il Cairo, 17 ott 15:37 - (Agenzia Nova) - La crisi in Libia ha un impatto crescente sulla sicurezza e sulla stabilità dell’Egitto. Lo ha detto il ministro degli Esteri egiziano, Sameh Shoukry, in una conferenza stampa congiunta con l’omologa della Spagna, Arancha González Laya, oggi in visita al Cairo. Il capo della diplomazia egiziana ha ribadito la volontà del suo Paese di raggiungere una soluzione alla crisi libica. "L'Egitto sta intensificando i suoi sforzi per creare un clima adeguato allo scopo di raggiungere una soluzione alla crisi libica attraverso il dialogo intra-libico", ha detto Shoukry. "Tra i due paesi ci sono confini molti lunghi. L'Egitto ha sventato diversi tentativi da parte di gruppi terroristici di infiltrarsi nel Paese. Tutto ciò ha incentivato la nostra interazione con la crisi libica per raggiungere una soluzione che porti le istituzioni a ripristinare la sicurezza e la stabilità ", ha affermato Shoukry, accusando “alcuni paesi” di rafforzare i gruppi terroristici attraverso un persistente supporto logistico e finanziario. Il riferimento del ministro dell’Egitto è alla Turchia e al Qatar, campioni della Fratellanza musulmana bandita dalle autorità del Cairo dopo l’estromissione del presidente Mohamed Morsi e la salita al potere di Abdel Fatah al Sisi. Secondo l'Egitto, infatti, Doha e Ankara fomentano il terrorismo in Libia. I due paesi, da parte loro, affermano di sostenere il Governo di accordo nazionale (Gna), l'organo esecutivo libico con sede a Tripoli riconosciuto dalle Nazioni Unite, e accusato l'Egitto di sponsorizzare il generale libico "golpista" Khalifa Haftar. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE