ENERGIA

 
 
 

Energia: Erdogan alza a 405 miliardi di metri cubi la stima della scoperta di gas nel Mar Nero

Ankara, 17 ott 15:52 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan ha rivisto al rialzo le stime delle riserve di gas recentemente scoperte nel Mar Nero: da 320 a 405 miliardi di metri cubi. Il capo dello Stato ha parlato oggi, 17 ottobre, in una conferenza stampa televisiva a bordo della nave perforatrice Fatih. "Grazie ad Allah, abbiamo finalizzato le nostre attività di perforazione che abbiamo iniziato il 20 luglio nel giacimento di gas Sakarya”, ha detto Erdogan, citato dall'agenzia di stampa ufficiale turca "Anadolu". "Il campo Sakarya ha raggiunto i 405 miliardi di metri cubi. Il nostro obiettivo è rendere questo gas disponibile alla nostra nazione nel 2023", ha aggiunto. L'area interessata è perimetro Tuna-1, situato a circa 150 chilometri dalla costa della Turchia, all'incrocio tra i confini marittimi di Bulgaria e Romania con le acque territoriali della Turchia e vicino al blocco Nettuno, in Romania, e rappresenta la più grande scoperta di gas nel Mar Nero degli ultimi decenni. Il ministero dell'Energia turco aveva preannunciato nei giorni scorsi che i dati sismici suggerivano un'alta possibilità di nuove risorse nelle recenti scoperte. Negli ultimi anni, la Turchia ha acquistato tre navi di perforazione offshore e ha notevolmente ampliato le operazioni di esplorazione energetica nel Mar Nero e nelle acque contese del Mediterraneo orientale. La Turchia attualmente importa quasi tutta l'energia di cui ha bisogno, e qualsiasi scoperta di gas naturale aiuterebbe anche a ridurre un deficit cronico delle partite correnti che mette sotto pressione la lira turca. (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE