DIFESA

 
 
 

Difesa: Croazia-Usa, acquisto F-16 fra i temi della visita di Pompeo a Dubrovnik

Zagabria, 30 set 12:24 - (Agenzia Nova) - L'acquisto di aerei da combattimento da parte della Croazia sarà uno degli argomenti che verranno affrontati nel corso della visita del segretario di Stato Usa a Dubrovnik, Mike Pompeo. Lo ha reso noto il ministro croato degli Esteri, Gordan Grlic Radman, ospite oggi dell'emittente pubblica di Zagabria "Hrt". "C'è una gara, ci sono delle procedure e delle scadenze", ha precisato il ministro croato, aggiungendo che "l'interesse degli Stati Uniti è naturale, così come quello di altri Stati concorrenti". La Croazia ha deciso di acquistare 12 caccia per le propri Forze armate e oltre all'offerta statunitense sono arrivate anche quelle di Svezia, Francia e Israele. Insieme al primo ministro Andrej Plenkovic e al ministro Grlic Radman, Pompeo incontrerà anche il ministro della Difesa croato Mario Banozic a Dubrovnik venerdì primo ottobre.

L'ambasciatore degli Stati Uniti in Croazia, Robert Kohorst, ha auspicato ieri che il governo di Zagabria scelga come opzione d'acquisto i velivoli da combattimento F-16 di fabbricazione statunitense. Gli aerei da combattimento F-16 "sono i migliori al mondo", ha detto l'ambasciatore aggiungendo di sperare che la Croazia decida a favore dell'offerta Usa. Lo scorso 9 settembre la Commissione mista per l'approvvigionamento di aerei da combattimento del governo croato ha ricevuto le offerte per l'acquisto di velivoli multiuso a seguito della richiesta avanzata il 15 gennaio di quest'anno. La richiesta era stata inviata a 7 paesi, Francia, Grecia, Italia, Israele, Norvegia, Stati Uniti e Svezia. La scadenza originaria per la loro presentazione era il 7 maggio, ma è stata posticipata a causa della pandemia da coronavirus. Le offerte sono arrivate da 4 paesi, secondo quanto riferiva il 9 settembre una nota del ministero della Difesa, ovvero dagli Stati Uniti per il nuovo F-16 Block 70, dalla Svezia per i nuovi Gripen C e D, dalla Francia per dei Rafale usati e da Israele per F-16C e D Block 30 usati.

Lo scorso 19 agosto il ministro della Difesa della Croazia, Mario Banozic, ha annunciato la preparazione di un piano di sviluppo a lungo termine per le Forze armate. Il ministro ha poi ribadito che Zagabria aspetta "offerte" per l'approvvigionamento di aerei da combattimento, auspicando di selezionare un offerente entro la fine di quest'anno. Nella giornata del 18 agosto il ministro ha ribadito che l'approvvigionamento di aerei da combattimento è "di importanza strategica per la Croazia". "Credo che questo sia cruciale per l'ulteriore sviluppo delle capacità dell'aeronautica militare croata e per migliorare la sicurezza della Repubblica di Croazia, ma anche per la stabilità di questa parte d'Europa", ha detto il ministro Banozic durante una visita di lavoro alla caserma dedicata al colonnello Mirko Vukusic.

Agli inizi di marzo, prima dello scoppio del'emergenza coronavirus, il capo dello Stato maggiore croato Robert Hranj ha dichiarato al quotidiano "Jutarnji list" che le prime offerte per la vendita di caccia militari all'esercito croato sarebbero arrivate entro il 7 maggio. Rispondendo alla domanda sull'eventualità di acquistare aerei usati invece di nuovi, Hranj ha detto che "la cosa più importante è quella di scegliere l'opzione ottimale sul piano del rapporto tra qualità e prezzo e di offrire ai politici la possibilità di scegliere". Per quanto riguarda gli investimenti nella Marina militare, Hranj ha affermato che "si svolgeranno in base alle risorse disponibili". (Seb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE