INDIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

India: 15 Ong accusano governo di usare regolamenti su finanziamenti esteri contro voci critiche

Nuova Delhi, 01 ott 15:07 - (Agenzia Nova) - Quindici organizzazioni non governative hanno pubblicato ieri un comunicato congiunto di condanna contro il governo indiano e solidarietà ad Amnesty International India, il giorno dopo il suo annuncio di sospensione dell’attività nel paese in seguito al congelamento dei conti bancari. Le organizzazioni sono: Association for Progressive Communications (Apc), Global Indian Progressive Alliance (Gipa), Commissione internazionale dei giuristi (Icj), Federazione internazionale dei diritti umani (Fidh), Civicus: World Alliance for Citizen Participation, Front Line Defenders, Forum-Asia, Foundation the London Story, Hindus for Human Rights, Human Rights Watch (Hrw), International Service for Human Rights (Ishr), Minority Rights Group (Mrg), Odhikar, South Asians for Human Rights (Sahr) e Organizzazione mondiale contro la tortura (Omct). I firmatari sostengono che “le azioni del governo indiano contro Amnesty India fanno parte di tattiche sempre più repressive per mettere a tacere le voci critiche e i gruppi che lavorano per promuovere, proteggere e difendere i diritti fondamentali”. Secondo le Ong le autorità indiane hanno ripetutamente utilizzato i regolamenti sui finanziamenti esteri ai sensi del Foreign Contribution Regulation Act (Fcra) per prendere di mira gruppi critici, una legge di cui i relatori speciali delle Nazioni Unite sulla situazione dei difensori dei diritti umani, sulla libertà di opinione ed espressione e sui diritti alla libertà hanno chiesto l’abrogazione nel 2016 e che invece è stata recentemente inasprita. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE