SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: Mali, per la Cedeao nessuna revoca delle sanzioni senza la nomina di un primo ministro civile

Bamako, 28 set 13:00 - (Agenzia Nova) - I leader della Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale (Cedeao) non revocheranno le sanzioni imposte al Mali fino a quando la giunta militare al potere non nominerà un primo ministro civile. L'annuncio cade al termine della visita nel Paese dell'ex presidente nigeriano Goodluck Jonathan, che guida la missione di mediazione della Cedeao, e segue di poco la cerimonia di giuramento dell'ex ministro della Difesa, Bah N’Daw, come nuovo presidente ad interim. "Abbiamo assistito al giuramento di Bah N'daw e del colonnello Assimi Goita come presidente e vicepresidente del governo di transizione del Mali. Il team di mediazione Cedeao si congratula con questi nuovi leader maliani e augura loro successo", ha scritto Jonathan su Twitter. La nomina di N’Daw è stata decisa dalla giunta militare all'inizio di questa settimana, nel giorno in cui scadeva il secondo ultimatum imposto dalla Cedeao affinché la giunta golpista (il Comitato nazionale per la Salvezza del popolo, Cnsp) nominasse un presidente ed un premier di estrazione civile per guidare la transizione verso nuove elezioni democratiche. Ieri Jonathan aveva lasciato intendere che l’organizzazione avrebbe potuto revocare le sanzioni imposte al Mali dopo il giuramento di N’Daw. “La revoca delle sanzioni non è un problema. La Cedeao non vuole sanzioni in nessun Paese della comunità. È piuttosto un peccato che sia così. La Cedeao è quindi ansiosa di risolvere questo problema ma il presidente della comunità, il presidente del Ghana (Nana Akufo-Addo) è la persona deputate a fare questo annuncio. E penso che venerdì, dopo il giuramento (del nuovo presidente ad interim Bah N’Daw), probabilmente farà questa dichiarazione”, ha detto Jonathan, che da due giorni si trova a Bamako per incontrare tutte le parti coinvolte nella crisi. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE