USA-CINA

 
 
 

Usa-Cina: Washington conferma restrizioni alle esportazioni del produttore di microchip Smic

New York, 26 set 17:18 - (Agenzia Nova) - Il governo degli Stati Uniti ha imposto restrizioni sulle esportazioni alla compagnia Semiconductor Manufacturing International Corporation (Smic), il più grande produttore cinese di microchip, sostenendo che esiste un "rischio inaccettabile" che le apparecchiature fornite possano essere utilizzate per scopi militari. Lo riferisce il "Financial Times", aggiungendo che in un documento consultato dalla redazione del quotidiano il dipartimento del Commercio di Washington ha messo in allerta anche le imprese che collaborano con Smic sui presunti rischi connessi. Sulla base delle nuove misure, i fornitori dei alcune apparecchiature al gruppo Smic dovranno ora richiedere licenze di esportazione individuali. Dopo Huawei, Smic è la seconda azienda tecnologica cinese a dover affrontare i freni commerciali imposti dagli Usa: all'inizio del mese, il Pentagono aveva riferito di lavorare ad una lista nera in cui inserire Smic, perché il gruppo è stato identificato come una minaccia a causa della sua presunta fusione di tecnologie civili e militari. Smic ha commentato la notizia affermando di non aver ricevuto alcun avviso ufficiale delle restrizioni. Già in precedenza il gruppo aveva negato di intrattenere rapporti con l'Esercito cinese: "L'azienda produce semiconduttori e fornisce servizi esclusivamente per utenti finali civili e commerciali. Non abbiamo alcun rapporto con l'Esercito cinese. Qualsiasi ipotesi sui legami della società con l'Esercito cinese è un'affermazione non vera ed è una falsa accusa", si legge in un comunicato dell'azienda. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE