COOPERAZIONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Cooperazione: Sudan, visita agli interventi di riduzione del rischio disastri finanziati dall'Italia

Khartum, 24 set 18:04 - (Agenzia Nova) - Si è svolta a Mayo, distretto tra i più poveri della periferia di Khartum - dove vivono circa 600 mila rifugiati, sfollati e migranti - una visita agli interventi di in corso realizzati dalla Cooperazione italiana. La visita, si legge in un comunicato dell'ambasciata d'Italia a Khartum, si è svolta in presenza del sottosegretario del ministero del Lavoro e dello sviluppo sociale, Mohamed Elshabik, del nuovo commissario generale della località di Jabel, Awlia Ehad Asheem Ismail, dell’ambasciatore d’Italia a Khartum, Gianluigi Vassallo, e del titolare della sede di Khartum dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo (Aics), Vincenzo Racalbuto. “In questi tempi difficili, in cui il Sudan è stato colpito da alluvioni e inondazioni che hanno causato la morte di 110 persone e hanno colpito più di 650 mila persone in tutto il Paese da luglio, è imperativo mostrare supporto a coloro che stanno soffrendo a causa di questa calamità e per una più grave insicurezza alimentare”, ha sottolineato l’ambasciatore Vassallo. La Cooperazione italiana è attiva in tutte e quattro le aree di Mayo con una serie di interventi per un ammontare di circa 4.850 milioni di euro. A Mayo Angola, la scuola di Maymouna con oltre 350 studenti è stata completamente riabilitata con il supporto dell’ong sudanese Hope Sudan. Inoltre, quattro canali e tre ponti sono stati realizzati e riabilitati grazie alla partecipazione della località di Jabel Awlia e la partecipazione della comunità locale. (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE