MEDITERRANEO ORIENTALE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Mediterraneo orientale: presidente cipriota Anastasiades, dal Consiglio europeo di ottobre soluzioni sul dossier turco (3)

Nicosia, 24 set 16:07 - (Agenzia Nova) - L’unanimità su nuove sanzioni contro la Turchia appare al momento più difficile da raggiungere a livello Ue, in quanto non tutti i paesi membri appaiono convinti che tale situazione possa contribuire al proseguimento della de-escalation delle tensioni tra Atene, Ankara e Nicosia. Il ministro degli Esteri cipriota, Nikos Christodoulides, ha detto al riguardo: “La nostra reazione a qualsiasi tipo di violazione dei nostri valori e principi fondamentali non può essere a la cartè. Deve essere coerente". Questa stessa posizione è stata ribadita nei giorni scorsi anche dal presidente cipriota Nikos Anastasiades, che il 21 settembre ha incontrato a Nicosia la presidente greca Ekaterina Sakellaropoulou concordando sulla completa unità tra i due paesi per quanto riguarda la situazione nel Mediterraneo orientale. La questione delle eventuali sanzioni contro la Turchia dovrebbe essere affrontata nella prossima riunione del Consiglio europeo del 24 e 25 settembre, che a questo punto appare legata a quella della Bielorussia già al centro della riunione odierna. Borrell ha chiarito comunque che l’Unione europea ha ribadito la sua posizione nel non riconosce la legittimità del presidente bielorusso, Aleksandr Lukashenko. Borrell ha sottolineato come l’esito delle elezioni dello scorso 9 agosto in Bielorussia sia stato “falsificato”. “Vogliamo solo sostenere il popolo bielorusso che chiede al sistema politico che possa dare loro libertà di scelta ed elezioni libere e trasparenti”, ha aggiunto il capo della diplomazia europea. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE