IMPRESE

 
 
 

Imprese: ByteDance richiede licenza di esportazione tecnologica in Cina

Pechino, 24 set 06:56 - (Agenzia Nova) - ByteDance, società proprietario dell'app cinese di video TikTok, ha richiesto una licenza in Cina in linea con i requisiti di esportazione tecnologica del paese, mentre si attende la firma un accordo con Oracle e Walmart per le operazioni statunitensi di TikTok, per evitare la messa al bando della app negli Stati Uniti. La domanda è stata presentata all'Ufficio del commercio municipale di Pechino e la società è in attesa di una decisione, ha riferito oggi la compagnia in una dichiarazione. La società non ha specificato se la domanda sia correlata a un accordo in corso sulle sue operazioni negli Stati Uniti. La Cina il mese scorso ha rivisto un elenco di tecnologie che sono vietate o limitate per l'esportazione per la prima volta in 12 anni, che secondo gli esperti ha dato voce a Pechino su qualsiasi accordo riguardante TikTok. ByteDance ha affermato che il suo accordo con Oracle e Walmart, che vedrà la creazione di una società statunitense autonoma, necessita dell'approvazione sia degli Stati Uniti che della Cina. Tuttavia, le società hanno rilasciato dichiarazioni contrastanti sui termini dell'accordo preliminare raggiunto con la Casa Bianca. ByteDance ha annunciato che istituirà una filiale statunitense chiamata TikTok Global di cui possiederà l'80 per cento. Oracle e WalMart, tuttavia, hanno affermato che la proprietà di maggioranza di TikTok Global sarà nelle mani degli statunitensi, in ottemperanza a un ordine esecutivo del 14 agosto del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Secondo i media statali cinesi "China Daily" e "Global Times" non c'è motivo per la Cina di approvare l'accordo di ByteDance con Oracle e Walmart, basato secondo Pechino su "bullismo ed estorsione".
(Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE