SPECIALE DIFESA

 
 
 

Speciale difesa: segretario Usa Esper, manterremo superiorità militare Israele in Medio Oriente

Gerusalemme, 23 set 13:15 - (Agenzia Nova) - Il segretario alla Difesa statunitense, Mark Esper, ha promesso al ministro della Difesa israeliano, Benny Gantz, che gli Stati Uniti manterranno il vantaggio qualitativo di Israele in Medio Oriente. Nel corso di un incontro al Pentagono, Esper ha sottolineato che Israele è il partner strategico più importante degli Stati Uniti in Medio Oriente. "La nostra partnership è stata costruita nel corso delle generazioni sulla base di valori condivisi, interessi condivisi e preoccupazioni condivise", ha detto Esper. Il segretario statunitense ha sottolineato che i legami di amicizia tra i popoli di Israele e degli Stati Uniti sono indissolubili. Gli Stati Uniti sono stati la prima nazione a riconoscere lo Stato di Israele dopo l'indipendenza nel 1948. "In questa lunga storia, il rapporto nel settore della difesa tra gli Stati Uniti e Israele non è mai stato più forte: intendiamo mantenerlo così", ha detto il segretario alla difesa. "Voglio dire in anticipo a tutti che una pietra angolare delle nostre relazioni di difesa è preservare il vantaggio militare qualitativo di Israele nella regione. "Gli Stati Uniti si sono impegnati in questo e il Dipartimento della Difesa è impegnato in questo imperativo", ha detto, aggiungendo che gli Stati Uniti "continueranno a sostenere la priorità di lunga data degli Stati Uniti di mantenere la sicurezza di Israele". Da parte sua, Gantz ha ringraziato Esper per la calorosa accoglienza e ha promesso di approfondire la partnership. "Ci assicureremo, insieme, di mantenere quei legami attivi", ha aggiunto, sottolineando che la vicinanza riguarda sia il vantaggio militare qualitativo, ma anche altri ambiti della cooperazione. "Diciamo sempre che è nel nostro interesse morale condividere con voi tutto ciò che possiamo. E continueremo queste relazioni in futuro", ha concluso Gantz. Alla vigilia della visita è emerso il tema della vendita dei caccia stealth di quinta generazione F-35 agli Emirati, suscitando delle perplessità a Gerusalemme che teme di perdere la superiorità militare regionale. Formalmente Israele non può porre il veto alle vendite degli Stati Uniti ad altri paesi del Medio Oriente, ma può sollevare delle problematiche, rendendo l’accordo più complicato. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE