Esteri

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

I fatti del giorno - Africa sub-sahariana

Roma, 22 set 17:00 - (Agenzia Nova) - Sud Sudan: vicepresidente Machar non parteciperà a dialogo nazionale - Il primo vicepresidente del Sud Sudan ed ex capo ribelle, Riek Machar, non parteciperà al dialogo nazionale di quest'anno. Secondo gli organizzatori, riferisce la stampa locale, Machar avrebbe dovuto partecipare alla cerimonia di chiusura dei colloqui, ma ha annunciato che non ci sarà citando "riserve dovute alla mancata attuazione di alcune disposizioni dell'accordo di pace rivitalizzato del 2018". Secondo quanto riferito dal copresidente della conferenza, Angelo Beda, Machar si è detto favorevole al dialogo ma ha sostenuto che questo "non è il momento giusto" per attuarlo. Per Beda, l'assenza di Machar dall'incontro "rappresenta una vera sfida, che rende difficile il raggiungimento degli obiettivi del dialogo nazionale". Avviato nel dicembre del 2016 dal presidente sud sudanese Salva Kiir, il dialogo nazionale si propone come occasione per discutere di come mettere fine alle violenze diffuse nel Paese, nel tentativo di risolvere le tensioni inter-etniche. Di recente sono emerse nuove tensioni a livello politico dopo che il presidente Kiir ha rifiutato di nominare il generale Johnson Olony, che era stato proposto da Machar, come governatore dello Stato dell'Alto Nilo, il più grande produttore di petrolio in Sud Sudan. Il capo dello Stato ha motivato il suo rifiuto affermando che il generale, che è stato il leader di un gruppo di forze in attesa di integrazione nell'Esercito di liberazione del popolo sudanese (Spla), è ancora un riferimento per i gruppi armati del Paese, e ha chiesto a Machar di nominare un'altra persona al suo posto. (segue) (Res)
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE