ENERGIA

 
 
 

Energia: Libia, revocato lo stato di forza dal porto di Zueitina

Tripoli, 22 set 16:16 - (Agenzia Nova) - La National Oil Corporation (Noc), la compagnia petrolifera della Libia, ha revocato oggi lo stato di forza maggiore dal porto di Zueitina, nella Mezzaluna petroliera libica, nella parte orientale del Golfo della Sirte. In un comunicato stampa, l’azienda di Tripoli ha spiegato di aver riscontrato un “significativo miglioramento della situazione della sicurezza” nelle ultime 48 ore “che consente di riprendere la produzione e le esportazioni verso i mercati globali”. La decisione della Noc consentirà di “alleviare le sofferenze dei cittadini della città di Bengasi e dei suoi sobborghi” fornendo “carburante a gas con regolarità". Ad oggi sono tre i porti considerati sicuri dalla Noc: Zueitina, Marsa el Hariga e Marsa el Brega, tutti nell’est del paese. Le restanti strutture petrolifere, precisa la compagnia, rimarranno chiuse perché considerate “non sicure” a causa della presenza di gruppi armati e mercenari. Stamane l’azienda petrolifera aveva detto che la produzione di petrolio nel Paese membro dell’Opec “raggiungerà circa 260 mila barili al giorno la prossima settimana" dall’attuale quota di circa 100 mila barili. Si tratta di livelli ancora lontani dagli 1,2 milioni di barili al giorno di inizio gennaio 2020 e dagli 1,6 milioni di barili pre-rivoluzione del 2011. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE