LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Libia: Zayed (Gna), si a ripresa produzione greggio no ad accordi alternativi

Tripoli, 22 set 15:40 - (Agenzia Nova) - Il membro del Consiglio presidenziale del Governo di accordo nazionale libico (Gna), Mohammed Ammari Zayed, ha accolto con favore la decisione della compagnia petrolifera libica National Oil Corporation (Noc) di rimuovere lo stato di forza maggiore da alcuni siti produttivi di greggio, respingendo i tentativi di accordo paralleli a quelli portati avanti dall'Onu. L'esponente dell'organo esecutivo di Tripoli ha dato il benvenuto "alla rimozione dello stato di forza maggiore annunciato dalla Noc in alcuni siti petroliferi dove non ci sono mercenari stranieri, per aiutare a ridurre la sofferenza dei libici", si legge in un comunicato pubblicato sul suo profilo Facebook, ribadendo al contempo il "totale rifiuto di qualsiasi percorso alternativo alle trattative sulle entrate del popolo libico o alla sottoscrizione di qualsiasi accordo con chi ha sporcato le sue mani con il sangue del popolo libico". Quest'ultimo è un riferimento al generale Khalifa Haftar, comandante dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), considerato dal Gna alla stregua di un criminale di guerra. Zayed definisce "privo di legalità" ogni accordo che "non va inteso come un passo nel quadro della soluzione politica". Per il membro del Consiglio presidenziale, "in questo quadro bisogna ribadire che qualsiasi percorso politico che faccia a meno dei diritti del popolo libico non fa che essere privo di legittimità e non fa che acuire le crisi". (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE