GIAPPONE

 
 
 

Giappone: coronavirus, cala il bilancio dei contagi giornalieri

Tokyo, 22 set 04:57 - (Agenzia Nova) - Il Giappone ha confermato ieri, 21 settembre, 312 nuovi casi di coronavirus, il bilancio più basso da una settimana a questa parte, in un contesto di rinnovata preoccupazione per la mobilità interna innescata da un periodo festivo di quattro giorni. Il dato è il migliore dallo scorso 14 settembre, quando invece i contagi erano stati 268. Anche Tokyo, l’area del Giappone maggiormente colpita dalla pandemia, ha visto calare il numero di nuovi casi al minimo da una settimana. Il bilancio complessivo della pandemia di coronavirus in Giappone p di 80.184 casi, inclusi i 700 contagi registrati a febbraio a bordo della nave Diamond Princess. Il bilancio dei decessi è aumentato di sette, a 1.527.

Fujifilm Holdings Corp. Presenterà presto domanda alle autorità del Giappone per produrre e distribuire il proprio farmaco Avigan come trattamento farmacologico per i malati di Covid-19. Lo riferisce il quotidiano “Nikkei”. Il ministero della Salute giapponese potrebbe dare il via libera all’impiego del farmaco entro la fine di quest’anno, rendendo l’Avigan il terzo farmaco ad ottenere tale approvazione in Giappone, e il primo tra quelli prodotti nel paese. Sinora il governo giapponese ha già approvato l’impiego del dexamethasone e del remdesivier per il trattamento dei sintomi causati dal nuovo coronavirus. L’Avigan è stato originariamente sviluppato da Fujifilm come farmaco anti influenzale; Fujifilm ha concluso i test clinici per verificare l’efficacia dell’Avigan sui pazienti affetti da Covid.19, ma i risultati sono ancora oggetto di revisione.

I test clinici relativi all’efficacia del farmaco antivirale Avigan nel trattamento dei pazienti affetti da Covid-19 dovrebbero si è concluso questo mese, dopo un ritardo causato dalla difficoltà nell’ottenimento delle certificazioni da parte delle autorità statali. L’ultimo paziente ha partecipato allo studio clinico domenica, 16 agosto, e tutti i dati sono stati raccolti questo mese, ha dichiarato il direttore di Fujifilm, Junji Okada. L’azienda ha avviato lo scorso marzo i test clinici sull’Avigan – un noto farmaco antivirale già in uso per il trattamento di altre patologie – con l’intenzione di concluderli già a giugno. Il calo dei pazienti affetti da coronavirus in Giappone ha complicato però il reperimento di soggetti per i test clinici; a complicare i test è stato anche un rapporto ad interim pubblicato da una università giapponese, che esprimeva dubbi in merito all’efficacia dell’Avigan nel trattamento della Covid-19. (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE