STIME OCSE

 
 
 

Stime Ocse: nel 2020 il Pil italiano calerà del 10,5 per cento

Parigi, 16 set 12:03 - (Agenzia Nova) - Nel 2020 il Pil dell'Italia calerà del 10,5 per cento. È quanto emerge dalle stime dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), che rivede al rialzo le stime dopo il -11,3 per cento stimato nei mesi scorsi. L'organizzazione con sede a Parigi ha tagliato anche le previsioni per il prossimi anno, con un aumento del 5,4 per cento e non più del 7,7 per cento. Due giorni fa l'organizzazione ha reso noto che nel secondo trimestre dell'anno il Pil dell'area che include i paesi del G20 ha registrato un calo record del 6,9 per cento rispetto ai tre mesi precedenti e del 9,1 per cento su base annua. Il crollo, causato soprattutto dalle restrizioni imposte nell'ambito della crisi del coronavirus, è stato più forte di quello registrato nel primo trimestre del 2009 durante la crisi economica, quando il dato è sceso del -1,6 per cento. L'unico paese del G20 ad avere avuto una crescita è stata la Cina (+11,5 per cento). Il Pil è invece sceso in India (-25,2 per cento), Regno Unito (-20,4 per cento), Messico (-17,1 per cento), Africa del sud (-16,4 per cento), Francia (-13,8 per cento), Italia (-12,8 per cento), Canada (-11,5 per cento), Turchia (-11 per cento), Brasile e Germania (-9,7 per cento in entrambi i paesi), Stati Uniti (-9,1 per cento), Giappone (-7,9 per cento), Australia (-7 per cento) e in Indonesia (-6,9 per cento). In Corea del Sud e in Russia il calo è stato del 3,2 per cento.
(Res)
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE