COREA DEL SUD

 
 
 

Corea del Sud: le esportazioni tornano a crescere a settembre

Seul, 21 set 06:50 - (Agenzia Nova) - Le esportazioni della Corea del Sud hanno registrato un incremento del 3,6 per cento annuo nei primi 20 giorni di settembre. Si tratta del primo aumento su base annua da sei mesi a questa parte, che secondo i dati delle autorità doganali del paese, pubblicati oggi, 21 settembre, è attribuibile soprattutto a un balzo della domanda internazionale di semiconduttori. Nei primi 20 giorni del mese il valore complessivo delle merci in uscita dal paese è ammontato a 29,6 miliardi di dollari, 1,02 miliardi di dollari in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La media delle esportazioni giornaliere è calata però del 9,8 per cento. Le importazioni sono calate del 6,8 per cento su base annua, a 25,1 miliardi di dollari. Le esportazioni di chip hanno registrato nei primi 20 giorni di settembre un aumento del 25,3 per cento, mentre quelle di automobili sono aumentate del 38,8 per cento.

I prezzi delle esportazioni della Corea del Sud hanno segnato una flessione ad agosto, per la prima volta da quattro mesi, a causa dell’apprezzamento della valuta locale rispetto al dollaro Usa. Lo certificano i dati pubblicato dalla banca centrale sudcoreana oggi, 15 settembre. L’indice dei prezzi delle esportazioni denominato in won è calato dello 0,2 per cento il mese scorso rispetto a luglio, quando invece l’indice aveva segnato un aumento di un decimo di punto percentuale su base mensile. Il dato preliminare della Banca di Corea segna anche un calo del 6,8 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno, il 15mo calo mensile su base annua consecutivo. A influire sul prezzo delle esportazioni, secondo la Banca di Corea, è stato anche il calo dei prezzi globali dei semiconduttori, che costituiscono una delle principali voci dell’export sudcoreano.

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) prevede che la Corea del Sud scalerà tre posizioni nella classifica delle maggiori economie mondiali quest’anno, attestandosi alla nona posizione, nonostante una contrazione economica del 3,3 per cento nel secondo trimestre 2020. La quarta economia dell’Asia vedrà probabilmente calare il proprio pil nominale dell’1,8 per cento, a 1.540 miliardi di dollari, a condizione però che il paese eviti una seconda ondata di contagi da coronavirus. Secondo le previsioni dell’Ocse, Seul si posizionerà al nono posto, superando il Brasile. La Corea del Sud supererà quasi certamente anche il Canada e la Russia, che dovrebbero rimanere al nono e decimo posto della classifica, come lo scorso anno.

La produzione industriale della Corea del Sud ha segnato un recupero a giugno, dopo le ripetute contrazioni causate nei mesi precedenti dalla pandemia di coronavirus. Lo ha annunciato l’ente statistico ufficiale sudcoreano, Statistics Korea, secondo cui l’output industriale è aumentato del 4,2 per cento su base mensile a giugno, dopo una contrazione dell’1,2 per cento a maggio. Il dato è positivo anche su base annua: più 0,7 per cento. Le vendite al dettaglio sono aumentate del 2,4 per cento a giugno rispetto al mese precedente, mentre gli investimenti in immobilizzazioni sono aumentati del 5,4 per cento. La produzione delle industrie mineraria, manifatturiera, del gas e dell’energia elettrica hanno segnato un balzo del 7,2 per cento su base mensile, il dato migliore da febbraio 2009.

Le esportazioni della Corea del Sud sono calate di circa il 9 per cento su base annua nel mese di luglio, secondo un sondaggio delle principali società di brokerage sudcoreane pubblicato da Yonhap Infomax il 28 luglio. Le spedizioni in uscita dal paese sono ammontate questo mese a 41,8 miliardi di dollari, contro i 46,14 miliardi di luglio 29019, secondo il sondaggio. Le importazioni sono invece ammontate a 39 miliardi di dollari, con un conseguente attivo della bilancia commerciale di circa 2,8 miliardi di dollari. Ad aprile e maggio la Corea del Sud ha registrato cali delle esportazioni del 25,5 e 23,6 per cento; il paese sta per chiudere il quinto mese di contrazione dell’export consecutivo, ma la progressiva riapertura dell’economia dovrebbe ridimensionare il calo nei prossimi mesi. (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE